Oggi il Presidente Giorgio Napolitano ha dichiarato: "il web è un importante canale di partecipazione. Attenzione, però, nessuno può condurre direttamente al luogo delle decisioni politiche".

C'è da chiedersi chi e cosa possano condurre il "gioco" della democrazia e se non siano mezzi come il Web a portare a forme partecipate e democratiche oppure anarchiche, se non siano in realtà i cittadini (in qualsiasi luogo esprimano le proprie idee e decisioni facendo quindi a tutti i sensi Politica) a tirare le redini e tenere su questa democrazia o se siano i partiti a imporre dall'alto il proprio potere forti di un voto che non serve a nulla perchè non è decisionale.

Viene fuori un quadro in cui per decidere del proprio futuro si debba necessariamente entrare in un partito, diventare vecchi e ammanigliati così da far parte della gerontocrazia che comanda e guida il Paese, che considera i soldi ed i beni materiali l'unico fine, come se ogni giorno vincesse a Win for Life.

E' questo che Napolitano e la politica deve assicurare per il futuro qualunque siano i fantomatici appelli a nuove forme istituzionali: l'Italia è ancora una vera democrazia? Quand'è che abbiamo cominciato tutti insieme questa fuga dall'amore e dalla democrazia?