La sanità è un diritto costituzionalmente garantito dall'articolo 32 della Costituzione secondo cui << la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti >>.  Eppure qualcosa non ritorna in un momento storico in cui in Calabria la sanità diviene un numero messo in discussione in politiche di bilancio.  Ed ecco che si assiste anche a speculazioni politiche ed imprenditoriali che nulla hanno a che vedere con il famoso articolo 32.  Tutto questo è splendidamente analizzato attraverso la raccolta di fatti di cronaca da Francesca Lagatta, giovane giornalista calabrese che nel volume "Sanità Organizzata " (http://www.falcoeditore.com/prodotto/sanita-organizzata) , che vedrà la sua prima il giorno 21 luglio 2019 a Belvedere Marittimo,  rende palese in maniera organica il grande problema del diritto alla salute in Calabria.

E così dopo anni di clientelismo politico si arriva ai giorni nostri in cui per una logica di numeri, se un malcapitato cittadino dovesse avere una patologia seria per cui è necessario un intervento specialistico , può dover fare diverse centinaia di chilometri prima di poter ottenere assistenza.  La politica dunque dopo aver affossato un sistema, decide in maniera empirica di cancellare il diritto alla salute. Ed allora emerge uno scenario ancor più inquietante: i problemi in Calabria rischiano di essere due ossia la cattiva politica e la malavita.  Tuttavia mentre la seconda vede le procure attivissime, la prima sembra non riconoscere paternità in scelte gestionali gravissime e che hanno avuto spesso dirette conseguenze gravissime.

Francesca Lagatta attraverso numeri, inchieste, approfondimenti, cerca con la forza della penna, con gli strumenti che la giustizia consegna ad un giornalista, di accendere i fari in maniera organica su un fenomeno che troppo spesso è stato vissuto in chiave emozionale, facendo così perdere quella lucidità che consente di unire tutti i pezzi di un puzzle agghiacciante e di aprire gli occhi alla cittadinanza, costringendo di fatto la classe politica a scelte di tipo differente.  Ecco il vero segreto di "Sanità organizzata": una raccolta che è molto vicina nelle sue logiche ad una inchiesta di quelle che resero immortali i giudici Falcone e Borsellino, compiuta da una giovane professionista che non si rassegna agli ultimi gridi di allarme di una terra martoriata.

Francesca Lagatta, classe 1985, è una giornalista di cronaca e di inchiesta per il web e la carta stampata. Scrive e collabora con la stampa nazionale ed internazionale, tra cui quella statunitense e canadese. Dal giugno del 2017 dirige la testata giornalistica La Lince. Dal 2018 è collaboratrice di LA C News 24