Sabrina Musco, 23 anni. Studentessa di origini campane ma romana d'adozione. Blogger da due anni di FreakyFridayblog

"I sogni son desideri chiusi in fondo… ad un armadio", straripante di vestiti, abbondante di gonne a ruota e pieno di tacchi alti. Incredibilmente ricco di colore da cui si scorge un accenno di basic nelle sue varianti bianco-nero-blu. Una favola quella di Sabrina, che ha realizzato tutti i suoi desideri con un semplice blog. E' facile chiamarlo semplice blog. Una passione che diventa professione, che dà vita a molte aspirazioni, fino ad ora chiuse nel cassetto, ma che comporta, come ogni cosa favolosa, i suoi sacrifici. Proprio come il suo armadio, Sabrina è piena di sorprese. Un pò come la sua casella mail che da due anni le regala sempre grandi soddisfazioni.

Ti diverti con la moda, con i look e gli accessori, il make up, l'hairstyle. Lo fai davanti allo specchio, per una serata con gli amici o una giornata particolare da trascorrere in famiglia. Ciò che vedi allo specchio ti piace per davvero, tanto che la tua strada futura, quella che, attraverso l'università, ti avvia al lavoro, la fai scorrere in quel tortuoso canale che è la moda e il costume. Gioie e dolori per ogni donna. Ti guardi e pensi che forse quel modo di abbinare la t-shirt con quella gonna e quelle scarpe possono essere d'aiuto e fonte di ispirazione per tutte quelle che aprono l'armadio e si chiedono: "Cosa metto stamattina?" Cominci a postare i tuoi outfit in rete. Giorno dopo giorno crescono le pagine e le parole a te dedicate. Le persone guardano come ti vesti e non si biasimano dal giudicarti. Arrivano i commenti, le critiche e gli apprezzamenti di quei look, che erano tuoi e che son diventati di tutti. Cominciano a chiamarti blogger. Fashion Blogger. Le ragazze chiedono consigli e danno pareri. Arrivano i primi inviti e le collaborazioni con piccoli e grandi brand. Arrivano i viaggi di "Lavoro" e la valigia è sempre pronta ad accogliere nuove avventure e nuove esperienze. Miss Italia e Narciso Rodriguez vogliono la tua presenza di blogger. Arriva la fashion Week di Milano. Il bagaglio è pronto per l'ennesima volta. New York. 10 ore di aereo da sola. Porta pazienza perchè il sacrificio ne vale la pena e te ne accorgi quando posti gli scatti in rete e l'intero blog assume un'aura diversa. Nonostante la favola, Sabrina è rimasta quella di sempre

La mia vita non è cambiata tantissimo. Trascorro tantissime ore online ed era una cosa alla quale non ero abituata. Il mio armadio straripa di abiti e mi trovo spesso in giro per l'Italia. Ma non mi sento sotto i riflettori. Sicuramente giudicata: quando mostri un outfit possono arrivare commenti positivi, ma anche critiche, come è giusto che sia.

Anche perchè Sabrina non vive la moda come ossessione, ma lascia che resti un effimero piacere. La moda è solo espressione di se stessi e non sinonimo di mondanità. Con la moda non si creano falsi miti.

Io non amo la mondanità. Essere seguita come blogger non significa essere presente a tutti i party, cocktail ed eventi ai quali ti invitano. La moda la si può interpretare in ogni luogo. Ovviamente partecipare agli eventi significa stringere legami con altre persone del mondo della moda, vuol dire avere visibilità, ma bisogna saper scegliere.

Scegliere, che verbo difficile. E che impossibile significato assume se si apre l'armadio di Sabrina. La prima cosa che salta all'occhio? Il CAOS. Sabrina ci prova a mettere in ordine, ma la battaglia è persa in partenza. Ci trovi gonne a ruota che fanno amicizia con le borchie. Le paillettes che conversano con il tulle. Il bianco che esce con il nero e i colori che fanno festa. Il party migliore è quello che si svolge nel reparto scarpe: i tacchi, le ultra-flat e le espadrillas sembrano eterne sorelle. Forse Sabrina non sarà molto mondana, ma di certo lo è il suo guardaroba riempito tra una cliccata in rete e uno sguardo alle vetrine della capitale. Guardi l'armadio e poi la casella mail e ti vengono in mente le volte in cui Sabrina avrebbe voluto mollare

La moda, il web e la rete sono le mie più grandi passioni che ormai vivo quotidianamente. Per capire quanto tempo c'è davvero dietro un blog bisognerebbe provare ad aprirlo, scattare le foto, editarle e pubblicarle, condividerle, rispondere a mail e messaggi. E' sicuramente tutto molto bello e sono felice di quello che ho costruito negli anni. Alcune volta avrei voglia di una pausa. 10 giorni in offline,  ma il web non si ferma mai. Qualche volta ho pensato di mollare, ma tutto questo mi piace troppo.

Sconfessando il sinonimo di blogger- modella, Sabrina mette se stessa negli outfit. il suo essere solare nella scelta dei colori e delle long-skirt che fanno subito estate, assieme a camice ed accessori variopinti. Il suo romanticismo femminile negli abiti costernati di pietre preziose, pieghe e paillettes. L'aspetto più curioso? Il suo essere camaleontica con cui mette assieme gli anni '50, al look da moderna ragazza universitaria, prima di ritornare all'eleganza di tacchi e abito lungo. Non toglietele il trucco e gli accessori: Sabrina è una cenerentola moderna.