Sono in centinaia i giovani napoletani ad aver già aderito all’evento plastic free “Zito&Bevi”, in programma domenica 28 luglio a Bagnoli presso il Lido Fortuna, in una delle zone più sensibili a proposito della questione dell’inquinamento delle acque.Un’iniziativa del tutto libera dalle plastiche, quella proposta dall’organizzazione Snap, che mira a sostituire numerosi oggetti di uso comune durante eventi mondani come le cannucce che per l’occasione diventano ziti oppure i piatti contenenti i panini elaborati dai rinomati chef di Panamar sostituiti invece da barchette di cartoncino contenenti panini a base di pesce.

L’evento all’insegna della sostenibilità però non esula da tematiche più artistiche, sono numerosi i giovani napoletani specialmente cantautori, chitarristi e disc jokey che affollano le fila del settore artistico degli aperitivi firmati Snap. In occasione dell’evento conclusivo della stagione estiva di aperitivi domenicali le performance musicali vedranno susseguirsi le note in acustico a cura di Alessandra Nazzaro e Alessandro Bove, mentre i Dj Mario Labroca e Giorgio Bracci accompagneranno l’evento fino a tarda notte.

Le eccellenze partenopee rimangono al centro del progetto anche in altri campi, difatti l’intento del format non è solo quello di sensibilizzare i giovani contro la dispersione delle plastiche nell’ambiente ma anche di valorizzare l’originalità e le qualità delle nuove generazioni. Flavio Verdino, comico del progetto Stand Up Comedy Napoli presenterà gli artisti che suoneranno in acustico durante l’evento, per poi esibirsi con il suo cabaret a base di temi politici e sociali.

<< Questo evento – spiega Roberto Bonanno, tra gli organizzatori dell’evento – conclude un percorso iniziato questa estate e che ci ha portato in numerose location, sempre seguiti da numerosi giovani da tutta Napoli. La cosa importante durante queste iniziative è far capire come anche oggetti di uso quotidiano, come ad esempio piatti e cannucce, possano essere sostituiti a favore di scelte più sostenibili e favorevoli all’ambiente>>. L’evento, che mira a ripetere il successo dei precedenti appuntamenti, è portato avanti da uno staff formato da giovani napoletani pieni di voglia di fare e di avere un impatto positivo sul proprio territorio come spiega Andrea Sarni responsabile dell’evento << arriviamo da un appuntamento dello stesso format tenutosi poche settimane fa a Marechiaro, dove abbiamo mostrato come anche gli ziti usati per bere un drink possano essere riciclati al fine di produrre biogas – racconta il giovane laureato in giurisprudenza – e questo è molto importante al fine di mostrare come qualsiasi oggetto possa essere portato a nuova vita>>.

Per la registrazione all’evento è possibile prenotarsi cliccando qui .