Presentata ieri 10 maggio a Napoli davanti ad una platea molto interessata di professionisti, imprenditori, giornalisti e uomini della pubblica amministrazione  il numero 0  del free press "Rinascimento Partenopeo", mensile che rappresenta di fatto l'house organ dell'omonima associazione presieduta dall'Avvocato Riccardo Guarino.

L'iniziativa editoriale nasce con la finalità di divenire non soltanto uno strumento di comunicazione dell'Associazione Rinascimento Partenopeo ma un vero e proprio agorà di tutti i cittadini napoletani fortemente identitari e dunque vogliosi di rilanciare il capoluogo partenopeo come vera e propria capitale del Mediterraneo.  Così come l'Associazione dunque anche il free press, che sarà diretto da Leonardo Lasala e stampato dal Gruppo Marino, si propone come pungolo per il miglioramento della città in tutte le sue espressioni: rappresentatività, vivibilità, qualità dei servizi, capacità di offrire ai suoi cittadini un netto miglioramento del quotidiano.

L'ideatore della rivista , Riccardo Guarino , in un appassionato editoriale presenta l'iniziativa come la sentita necessità da parte dei cittadini di Partenope di non accontentarsi della bellezza, storia , cultura ereditata dal passato, ma di continuare quel processo di crescita costante e di miglioramento percepibile da ogni abitante, teso a far si che ognuno possa dire di "meritare" le bellezze ricevute in eredità dalla storia.   Accontentarsi dell'indubbio ruolo di Napoli nel panorama turistico internazionale sarebbe un gravissimo errore, che potrebbe portare l'intera città ad uno sviluppo inferiore alle sue possibilità.   Secondo Guarino infatti << la bellezza della nostra città non può essere una scusante o qualcosa di cui accontentarsi , quanto piuttosto un valore aggiunto , la marcia in più che può consentire ad ognuno di fare qualcosa di concreto per la città ed il suo sviluppo. Una crescita sostenibile, a misura di cittadino, misurabile quotidianamente.  Una città in cui i bambini possano giocare spensierati, le famiglie trovare nel lavoro l'opportunità di creare adeguate premesse per il futuro, i giovani un territorio in cui mettere a frutto le proprie competenze e gli anziani un luogo ideale per trasmettere esperienze del proprio vissuto.  Oggi nonostante tutta la bellezza e storia della nostra città, tutto ciò non è pienamente espresso. Possiamo e dobbiamo fare di più e per questo anche attraverso uno strumento di comunicazione come può essere il free press, vogliamo aggregare le idee e le proposte dei cittadini.  Rinascimento Partenopeo nasce dunque come strumento aggregante. Non siamo contro nessuna realtà che abbia la rinascita continua e non occasionale della città, nei suoi reali intenti.  Saremo invece estremi e inesauribili oppositori di affaristi, speculatori, cialtroni e predatori di tutto quanto offre il nostro territorio >>.

Una realtà dunque nuova che dal primo numero si propone di divenire un punto di riferimento per la cittadinanza e che avrà anche nel web un supporto concreto ed integrativo del giornale.   Se Napoli saprà non accontentarsi della sua bellezza e proverà a distogliere lo sguardo dallo specchio in cui si mira e rimira da troppo tempo, allora un nuovo "rinascimento partenopeo" potrà caratterizzare un generale coinvolgimento di tutta la cittadinanza , per uno sviluppo condiviso,  ugualitario e socialmente rilevante.