Non cambia il vincitore di Gara 2 del Mondiale Superbike sul Misano World Circuit Marco Simoncelli. Nessuno infatti è riuscito a mettere in riga uno scatenato Jonathan Rea, sempre più vicino alla nuova riconferma del titolo iridato. Ci ha provato Michael Van Der Mark, che si è trovato in testa fino a tre giri dal termine, dopo che la Ducati di Fores aveva comandato la gara nelle battute iniziali. E ci ha provato un rinnovato Marco Melandri, aggressivo ed in cerca del riscatto dopo la prestazione opaca di Gara 1.

La partenza con la griglia invertita ha favorito lo spettacolo, dato sia dal recupero di Rea che dal duello proprio con Melandri. Archiviata la difficile pratica Melandri, Rea ha dovuto faticare non poco a sferrare l’attacco decisivo ai danni dell’olandese, alla guida di una Yamaha sempre più competitiva. Il sorpasso decisivo a soli 3 giri dalla bandiera a scacchi, senza lasciare però possibilità di fuga per il pilota Kawasaki. Rea, VD Mark e Melandri tagliano il traguardo nell’ordine, chiudendo il podio in poco più di mezzo secondo.

Alle spalle del trio di testa Chaz Davies, che vede aumentare il suo distacco in classifica da Rea, orami a quota -92 punti dal leader del campionato. Quinto posto per Tom Sykes, con la seconda Ninja ZX-10RR, davanti a Lowes e Lorenzo Savadori con l’Aprilia del Team Milwaukee.

Il Mondiale Superbike si prende ora una lunga pausa estiva, per riaccendere i motori per il decimo round in programma dal 14 al 16 settembre a Portimao.

All photos © Fabrizio Carrubba