On. Claudio Durigon
in foto: On. Claudio Durigon

"Cosi' come è messo oggi il nostro paese, il primo maggio non è una festa a cui tutti possono partecipare. L'eredità del Pd è devastante: siamo tra i paesi che crescono meno, con un tasso di occupazione tra i più bassi e con diseguaglianze sempre più alte in rapporto all'incremento del Pil. Il nostro obiettivo non è avere una continua sostituzione di lavoratori perennemente precari, ma creare più occupazione stabile". Lo afferma in una nota il deputato della Lega Claudio Durigon responsabile lavoro e coordinatore romano del Carroccio.

Secondo il leghista pontino, in questi mesi vi sarebbe stata una minima crescita del numero di occupati (precari) ma non ad un aumento del monte ore lavorate e dei redditi da lavoro. Durigon, sul punto, ha le idee chiare: basta con Jobs act e inutili misure palliative, la ricetta della Lega è chiara: abbassare la pressione fiscale e far ripartire gli investimenti pubblici che a cascata faranno da volano per la ripresa anche del settore privato. Un'impresa assume solo se ha il negozio pieno o se deve costruire un ponte e non se c'è uno sconto sul lavoratore che assume.