Crotone denominata "Città della Vela", ha dato il via al campionato nazionale 2015 classe 470, organizzata dal Club Velico Crotone, valevole per la Ranking List nazionale. Tre giornate di regate, uno spettacolo davvero emozionante, regalato dalle vele gonfie che sembravano salutare il mare con il candore del loro colore, il sole le ha voluto abbracciare con il suo tepore. Il vento forse geloso di questo idillio non è stato così clemente, anzi piuttosto instabile, sottoponendo gli atleti ad uno sforzo maggiore, durante la prima giornata. Previste 9 prove, a causa appunto del vento "ballerino", dai 5m/s agli 11m/s, ne sono state disputate 6, comunque sufficienti al fine di decretare i vincitori. A padroneggiare quasi tutte le prove è stato l'equipaggio composto da Matteo Capurro e Matteo Puppo, dello Yacht Club italiano, al secondo posto si sono classificati i fratelli Savoini,  provenienti dalla Lega Navale italiana di Genova,  al terzo posto Niccolò Bertola e Jacopo Izzo, del Centro Sportivo dell'Aeronautica Militare. Gli atleti genovesi Capurro e Puppo, sono annoverati tra i velisti più eccellenti, degli ultimi anni, il club velico da cui provengono è uno dei più antichi del Mediterraneo, infatti fu fondato a Genova nel 1879 da Vittorio Augusto Vecchi soprannominato anche Jack la Bolina, insieme ad un gruppo di amanti della vela, nasce come "Regio Yacht italiano", con l'adesione del Re Umberto I. Dalla prima regata inaugurale del 8 agosto 1880 ad oggi, il club di strada ne ha fatta tanta,  ed è proprio da qui che negli anni '30 è partito il processo di associazione di altri circoli come Napoli, Palermo, Trieste, eccetera. Dando vita nel dopoguerra,  alla "Federazione italiana Vela. Sono molti gli obiettivi raggiunti ed i validi atleti formati al suo interno, quindi non ci si può meravigliare per il risultato ottenuto da Capurro e Puppo, due ragazzi molto determinati e coerenti con la vera indole sportiva,  infatti sono stati molto disponibili nel rilasciare interviste, nel modo con cui si approcciavano ai colleghi. Tra gli equipaggi aleggiava un'aria serena, l'atteggiamento agonistico entrava in gioco solo durante la gara, nei momenti in cui concludevano le prove, ritornava il sorriso sui loro volti e regnava l'armonia. Capurro e Puppo hanno ottenuto anche il primato tra i Juniores, Roberta Caputo e Alice Sinno del Circolo Canottiera Aniene,  sono state premiate per la categoria femminile. La Federazione italiana Vela ha voluto premiare l'organizzazione impeccabile, del Club Velico Crotone, scegliendolo come base,  per gli allenamenti della squadra nazionale femminile 470, e Juniores. Al centro dell'attenzione, non solo lo sport ma si è cercato di lanciare un messaggio,  soprattutto ai giovani, ossia quello di prediligere un'alimentazione adeguata al fabbisogno del nostro corpo,  tempio dell'anima e della mente.