Dal 10 al 12 maggio si terrà la sesta edizione del Bagnoli Jazz Festival, dove Bagnoli Power e Vineapolis regaleranno al quartiere tre giorni di buona musica e divertimento assicurato. La kermesse si terrà nello spazio antistante la pregiata enoteca, a ridosso dei giardinetti di Viale Campi Flegrei, dove sul palco si esibiranno 50 musicisti. Un evento unico nel suo genere che riesce a coniugare la passione per il vino e per la musica. L'estate si avvicina e gli eventi cominciano a pullulare in tutta la Campania. Vediamo insieme cosa prevede il programma…

Musica dal 10 al 12 maggio e poi il Docufilm #BagnoliSpoT

10 maggio

Gli AMA Jazz, giovani jazzisti ancora allievi,  che apriranno il festival, Mario Nappi, con il suo talento riconosciuto in tutta Europa, suonerà in duo con Federico Luongo e concluderà  poi in Trio con il guest sax americanapoletano di Enzo Anastasio, che ha già omaggiato Pino Daniele; Sasa Mendoza, presenza costante del Festival.

11 maggio

Gli “Anemanera”, apriranno la seconda giornata della kermesse, prog rock e tradizione che parla Napoletano; l'immenso Carlo Faiello, con la sua world music che pesca nella tradizione colta e suonerà le sue composizioni in sestetto; La Scatt Gatt Orchestra, melting polt musicale, che vedrà 12 musicisti sul palco; Sortite musicali della Bandarotta Bagnoli di Gianluca Salerno.

12 maggio

Mirko Gisonte ed il suo TarantaFlamenco presenta il suo nuovo album e gli Hermanos a Virtuoso Guitar Trio presenteranno, inoltre, in prima nazionale, il loro docufilm su Bagnoli ovvero#BagnoliSpoT: Lo stato dell’ARTE; Gli Hermanos (Max Puglia, Nico Di Battista e Francesco Cavaliere) presenteranno un cortometraggio che fotografa lo stato dell’arte del loro quartiere. Numerose testimonianze (Bennato, Faiello, Paone, Zurzolo, Gallo etc.) ed un estratto di un loro concerto insieme al Grammy Award Drummer Horacio “el negro” Hernandez per il Bologna Jazz Festival.