Dopo il successo dell'edizione 2017/18 l'Università dell'Aquila e E.Di.Ma.S. (Centro Studi per la promozione della cultura del Prevention e Emergency Management) tornano a proporre studi di formazione superiore per preparare specialisti nella pianificazione territoriale, nell'emercency and disaster management e, più in generale, nella progettazione di comunità e territori resilienti. Un obiettivo molto concreto ma spesso abusato nel dibattito pubblico e poco applicato nelle pratiche quotidiane.

Si tratta di due master di secondo livello: ODEM e EMCP di durata, rispettivamente, di uno e due anni. ODEM è l'acronimo di Official in Emergency and Disaster Management, mentre EMCP significa Emergency Management of Civil Protection. La finalità formativa dei master è la formazione di un diffuso tessuto professionale, con protagonisti nella pubblica amministrazione, nell'impresa privata e nel mondo delle professioni, che condivida i principi della pianificazione territoriale e della resilienza di sistema e li renda parte integrante dello sviluppo socio-economico dei territori.

Condividere i principi della pianificazione territoriale e della resilienza di sistema per renderli parte integrante dello sviluppo socio-economico dei territori

La formazione si basa su modelli multidisciplinari e prevede esperienze sviluppate su casi reali (realizzazioni di piani di emergenza, esercitazioni di protezione civile, realizzazione di progetti di resilienza territoriale) nei quali vengono coinvolte le istituzioni, le amministrazioni e la cittadinanza, nel quadro di attività che vedono gli allievi del master nel ruolo di progettisti e agenti della resilienza, in contesti caratterizzati da reali e oggettivi fattori di rischio. Un'esperienza di rilievo che risponde al motto di E.Di.Ma.S. che possiamo parafrasare così: non possiamo fare previsioni per il futuro ma abbiamo il dovere di costruirlo nel miglior modo possibile.