Piazza del plebiscito Napoli

Il periodo migliore per visitarla è sicuramente il mese di maggio, poiché coincide con uno degli eventi più attesi, ovvero, “Maggio dei Monumenti” che ormai è giunto alla sua XXI edizione. Pur ripetendosi ciclicamente, tale manifestazione, ogni volta, promuove temi e percorsi differenti, offrendo la possibilità di poter vedere tutti quei monumenti abitualmente chiusi, oltre che di poter assistere a singolari momenti d’intrattenimento, organizzati all’interno dei siti storici e archeologici. Quest’anno ad aprire le danze sarà un’introduzione dedicata alla vita e alle opere di Giacomo Leopardi, in occasione del restauro del suo sepolcro situato dietro l'omonima chiesa, nonché, vicino alla stazione di Mergellina, che si svolgerà dal 24 al 26 aprile. Visto il grande afflusso di turisti che apporta il Maggio dei Monumenti, la soluzione migliore e più conveniente per evitare di spendere troppi soldi, sarebbe quella di prenotare in anticipo un alloggio a Napoli Centro, cercando una buona offerta sui tanti siti presenti in rete,  come quello di expedia.it

Tema scelto per maggio 2015

In questa occasione, la città partenopea  vuole dedicare il Maggio dei Monumenti ai “cori” e ai luoghi più rappresentativi della produzione musicale napoletana, intitolando la kermesse “O core ‘e Napule. Cori, cuori e colori di Napoli”. Inoltre, ogni fine settimana sarà associato ad un colore: il rosso per il I week- end (1-2-3 maggio), nero e bianco per il II week-end (8-9-10 maggio), blu per il III week-end (15-16-17 maggio), giallo per il IV week-end (22-23-24 maggio) e verde per il V week-end (29-30-31 maggio  e 1-2 giugno).

Eventi

Tra i tanti avvenimenti ai quali si potrà assistere ricordiamo quello  della Gran Giostra dei Sedili di Napoli. Una giostra rinascimentale che si svolgerà tra il 23 e 24 maggio a Piazza del Plebiscito, dove i cavalieri  riprodurranno i sette Sedili che componevano il Consiglio della Città di Napoli della fine del 1400: Porta Capuana, Montagna, Forcella, Nido, Porto, Portanova e Popolo. Il tutto sarà accompagnato e rallegrato da balli tipici dell’epoca e forse da un evento legato alla Giostra dei Sedili, “Harpastum  Neapolisuna” “partita-dimostrativa” di calcio storico.

Il buon caffè

E’ abitudine nella tradizione napoletana, sorseggiare “na tazzulella e caffè” al mattino o dopo i pasti, piccolo momento di relax che è consigliabile godersi seduti all’ interno di uno dei tanti caffè storici, come quello del Gambrinus, ubicato in via Chiaia.

Luoghi da visitare

Spaccanapoli: grazie alla sua favorevole posizione sul mare, Napoli gode di un piacevole clima mite, fondamentale per fare una bella passeggiata  attraverso una delle più antiche vie della città, il cui nome è Spaccanapoli. Percorrendola, si resta affascinati dai numerosi edifici di culto e dagli imponenti palazzi privati, oltre che dall ’essere pervasi dal profumo proveniente dalle pizzerie e dalle pasticcerie tipiche della tradizione culinaria napoletana.

San Gregorio Armeno: caratteristica viuzza stretta, meglio nota come la strada dei presepi e degli artigiani.

San Lorenzo Maggiore:  è una chiesa tra le più remote della città, situata nella centralissima piazza San Gaetano.

Cappella Sansevero: situata nei pressi di piazza San Domenico Maggiore è anche chiamata chiesa di Santa Maria della Pietà o Pietatella. E’ tra i più importanti musei di Napoli, poiché custodisce opere di grande valore artistico come il Cristo velato, oltre alcuni ingegnosi lavori commissionati  e realizzati dal principe Raimondo di Sangro, settimo principe di Sansevero, tra le quali ricordiamo le macchine anatomiche raffiguranti due corpi scarniti, attraverso i quali si può minuziosamente osservare l'intero sistema circolatorio.