Lo sposo

"Sai che ho la sensazione che presto mi sposo?" È questa la frase che da vita ad una storia, nata dalle chiacchiere di due amici e concentrata sul futuro matrimonio di uno dei due, che poi diventa un tormentone su Instagram, Facebook e altro. I due protagonisti, Rosario Minervini e Ciro Liucci, si dilettano nelle avventure de "Lo Sposo" che sta riscuotendo molto successo per l'originalità di come viene raccontata al pubblico. Nato per il web, il progetto è stato apprezzato da tanti artisti, esperti del settore del cinema e della televisione, giornalisti che hanno deciso di dare una marcia in più al progetto.

I due, che lavorano come attori, sono amici da molti anni. Così si presenta Rosario Minerini, che interpreta lo sposo:
«Ho cominciato il mio percorso artistico nei primi anni del 2000 al Teatro Totò con Gaetano Liguori. Una volta diplomato ho lavorato con Rino Marcelli, Sergio Solli, Gino Rivieccio, Vittorio Marsiglia, Umberto Bellissimo, Tony Sperandeo, Federico Salvatore, Peppe Lanzetta, Gianni Ferreri, Tullio Del Matto, Annamaria Ackerman, al cinema e TV con Alessandro Siani, Gigi e Ross, Enzo De Caro, Gianpaolo Morelli, Barbara De Rossi, ecc. »

Ciro Liucci, ha iniziato a formarsi al teatro Totò con Gaetano Liguori. Dopo il diploma ha deciso di dedicarsi ad altro, per poi ritornare nel mondo del teatro debuttando in uno spettacolo di grande successo, e che lo vedrà ancora protagonista nell'attuale stagione, "Don Peppe Diana, il coraggio di avere paura". Ha lavorato con Federico Salvatore, Gianni Ferreri, Veronica Maya. Per caso, dopo tanti anni, i due amici pur avendo fatto scelte di vita diverse, si sono incontrati a metà strada e hanno cominciato a collaborare insieme.

Rosario Minervini
in foto: Rosario Minervini

Rosario ci racconta il rapporto che ha con il suo amico-collega :«L'amicizia tra me e Ciro è veramente storica. Ci conosciamo da quando eravamo ragazzi. Abbiamo sempre amato il teatro e progettavamo tante cose insieme. Poi, all'improvviso, decise di abbandonare tutto e dedicarsi al lavoro "normale" lasciandomi solo. Io ho continuato e dopo tanti anni è tornato anche lui. Una sera, sotto al mio palazzo, meno di due mesi fa, gli dissi:

"Sai, ho la sensazione che presto mi sposo",

"Ah, finalmente",

"Eh, si…  mi ha detto "Quando ci sposiamo, mettiti il tait".

A questo punto Ciro mi guarda e risponde:"Accussì T'HA ITTE?"

Ciro Liucci
in foto: Ciro Liucci

Crollammo a ridere per il gioco di parole e, ingenuamente pensammo: Facciamo una storia per Instagram" e, senza pensarci, stava cominciando qualcosa di molto più importante, ovvero Lo Sposo»

Il racconto, per come è stato narrato al pubblico fino ad oggi, è una semplicissima passeggiata in macchina dove si alternano una serie di situazioni inverosimili e comiche parallelamente ai preparativi di un matrimonio. Due amici completamente opposti che non riescono a comunicare, che non si trovano su nulla… Ma che passano tante ore insieme. Il tutto però non si conclude sul web, "Lo Sposo" infatti tornerà prossimamente, ma completamente rinnovato.

Alla domanda, cosa vorresti dire al pubblico che ti segue, Rosario risponde:

«Le persone hanno creduto nel progetto quando noi nemmeno pensavamo potesse suscitare così tanto successo. E proprio grazie a chi ci segue, che abbiamo deciso di farlo diventare qualcosa di più: quando? Prossimamente… Noi non sapevamo cosa stavamo facendo, vedevamo solo che la gente ci chiedeva, chiedeva e continua a chiedere di non fermarci. Ci vogliono bene e ci ringraziano perchè li facciamo sorridere. Alla fine è questo, ciò che vogliamo trasmettere con "Lo Sposo": positività e buon umore con tanta semplicità».