Previsione rispettate a metà nella prima semifinale del Melodifestivalen 2015. Il grande favorito di questa serata, Eric Saade, si è qualificato direttamente alla finale, ma sono state altre le sorprese. A dare inizio alle danze sono stati Robin e Sanna, i due presentatori, con una versione svedese, probabilmente in chiave parodistica, di Undo, la canzone con cui Sanna vinse il Melodifestivalen lo scorso anno. Ma, ritornando alla gara, questa sera due artisti si sono qualificati alla finale del 14 marzo, due alla serata ripescaggio del 7 marzo, mentre tre artisti sono ritornati a casa.

Molly – I'll Be Fine
Molly ha una voce stupenda e il brano le calza addosso a pennello. L'esibizione è stata semplice ed essenziale, con qualche gioco di fuochi pirotecnici verso il finale e con un vento perenne a "sconvolgerle" i capelli. Il duro compito di aprire questa semifinale non l'ha premiata ed è stata, ingiustamente, eliminata durante il primo round.
Voto 8

Daniel Glidenlow – Pappa
Non è una canzone brutta, per carità. Ma l'esibizione è troppo statica, le inquadrature e la coreografia (che, in pratica, non c'è) non esaltano una canzone che, di per sé, attira poco. Eliminata al primo round, giustamente.
Voto 5

Rickard Soderberg & Elize Ryd – One By One
Un mix esplosivo che si ferma, ingiustamente, al quinto posto. Il popolo del web insorge, ma il popolo svedese attraverso il televoto ha deciso così. Eliminati al secondo round, purtroppo.
Voto 8

Dolly Style – Hello Hi
Loro sono anche molto carine, ma la canzone sembra una sorta di parodia. No, non ci siamo proprio. Per lo Junior Eurovision Song Contest andrebbero anche bene, ma parliamo dell'Eurovision. E non posso pensare alla Svezia rappresentata da tre Hello Kitty. Ah sì, dimenticavo: loro andranno all'Andra Chansen, la serata del ripescaggio.
Voto 4

Behrang Miri feat. Victor Crone – Det rar vi inte for
Una canzone rap niente male. Behrang Miri, accompagnato da Vicor Crone, fa una bellissima figura e stacca il biglietto per l'Andra Chansen. La speranza è che possa farcela a raggiungere la finale di Stoccolma.
Voto 7

Jessica Andersson – Can't Hurt Me Now
Una ballata semplice, ma diretta. Jessica, vestita di color oro, impreziosisce il brano confezionato da Thomander e Gibson con un'esibizione vocalmente perfetta. In finale.
Voto 7

Eric Saade – Sting
Eric, vestito di bianco, infiamma lo Scandinavium di Goteborg con un'esibizione da urlo. Studiata nei minimi dettagli, con una coreografia veramente ben strutturata. Il suo brano, Sting, ha un ritornello molto, molto orecchiabile. In finale.
Voto 9
Riepilogo
IN FINALE – Eric Saade, Jessica Anderssoon
ANDRA CHANSEN – Behrang Miri feat. Victor Crone