Come descriveresti la tua esperienza a Uomini e donne, le tue emozioni?

"La mia esperienza a Uomini e Donne non è facile descriverla in quanto come tutti ricorderanno ha avuto molti colpi di scena e non è stata serena come per tutti gli altri ragazzi. Mi hanno cucito addosso pregiudizi che non avevano nessun fondamento, senza accettarsi della realtà delle accuse, senza conoscere la mia storia. Entravo in studio con tante buone intenzioni, ma poi venivo attaccato inutilmente tutto ciò mi ha creato un forte stress fisico e psicologico. Non rimpiango e non mi rimprovero nulla, sono sempre stato schietto, leale e coerente, non ero in cerca di una storia da copertina, che sarebbe durata giusto il tempo per qualche servizio fotografico. Si alternavano momenti di piacevoli a momenti di nervosismo che derivavano dai continui attacchi. Peccato che non abbiano mandato in onda alcuni momenti in cui abbiamo riso molto perché sono successi degli aneddoti simpatici, come ad esempio una volta si sono aperti gli zampilli d’acqua del giardino e ci siamo bagnati. Mi è dispiaciuto fare un percorso a metà, ci tenevo a farmi conoscere bene da lei, e farle capire il mio reale interesse nei suoi confronti che ancora oggi non è svanito. Penso proprio che sarei riuscito a darle tutto quello che cercava, amore ed un uomo pronto alla convivenza. A volte mi sentivo spaesato, in alcuni momenti non mi rendevo conto del contesto in cui mi trovavo, perché ricevevo troppi attacchi e offese gratuite, hanno mostrato solo le foto in cui ero nudo ma non hanno fatto vedere che in tutte le altre ero vestito. Devo ammettere che i continui colloqui, confronti con la redazione, in cui condividevo con loro le mie impressioni, paure ed emozioni, mi hanno permesso di crescere ulteriormente, ho avuto la possibilità di confrontarmi con me stesso. La redazione è composta da persone davvero eccezionali, gentili, tutti molto disponibili, riuscivano sempre a farmi rilassare sembrava che leggessero ogni mio pensiero. A prescindere da come sia finita è stato comunque stimolante, ed ho imparato a conoscere ancora meglio me stesso. Rimarranno ricordi indelebili, ogni esperienza che si vive nella vita, che sia positiva o negativa è formativa."

Un sassolino nella scarpa?

"Non esser rimasto lì per far capire cosa stava succedendo, poter chiarire, far conoscere chi sono veramente, purtroppo così Anna e la gente ha avuto modo di credere a chi è rimasto in studio. Altro sassolino nella scarpa è il non esser stato scelto come tronista, la motivazione non è di certo legata ad una questione di immagine, di successo ma semplicemente perché avrei avuto la possibilità di fare un percorso molto più tranquillo, sereno e di concentrarmi maggiormente sulle ragazze, in quanto il corteggiatore deve pensare inevitabilmente a doversi difendere dalle accuse, confrontarsi con gli altri corteggiatori che tentano di gettarti fango addosso, conquistare il cuore della tronista in soli 30 minuti, farle capire come sei realmente, sempre se riesci a convincerla a portarti in estera. Attraverso gli stimoli positivi delle ragazze sarei riuscito a tirar fuori il mio carattere, vorrei sottolineare però che ci speravo ma non pretendevo il trono."

Come descriveresti Anna?

"Anna oltre ad essere una bellissima ragazza è molto intelligente, sensibile, molto romantica, a volte ingenua, non ha mai giocato durante il suo percorso. Ho seguito il suo trono, anche quando non c’ero più in studio, a mio parere inizialmente era dolce, successivamente era diventata più pungente."

La tua vita dopo la partecipazione al programma Uomini e Donne?

"Sono ancora incredulo del riscontro positivo che sto avendo con le persone, sono nati vari fanclub. Non pensavo di aver rapito l’attenzione di così tanta gente, ora so che non ho attirato solo critiche ma qualcuno ha capito che ero vero, felice di aver trasmesso qualcosa di buono a livello umano. Ho ricevuto varie proposte lavorative, film e spot televisivi, numerose ospitate,  sta succedendo tutto inaspettatamente."

Ho notato infatti che nella tua fan page hai 7.357 fans nonostante le critiche ed il percorso di breve durata. Parlaci del tuo rapporto con i fans…

"Per me non sono fans ma tutti amici, purtroppo non posso conoscerli tutti dal vivo per motivi logistici, sarebbe impossibile. Non mi sento un vip, sono semplicemente un ragazzo che ha cercato di vivere il suo colpo di fulmine, non è andata bene ma forse molte persone si sono riviste in me in questo. Chatto spesso con loro e mi vengono a trovare in tutte le serate che faccio, e si rivolgono a me in modo molto confidenziale, chiedono svariati consigli e questo mi fa commuovere, mi sento molto onorato. Per me è come se avessi  una seconda famiglia, ciò che ci accomuna è la voglia di scambiare quattro chiacchiere in maniera sincera, tranquilla, poter ridere, scherzare nel rispetto reciproco. Siamo una famiglia composta da persone che usano il cuore in tutto ciò che fanno, e la razionalità solo davanti ad alcuni pericoli a cui la vita ti espone."

Quali sono i momenti che ti sono rimasti impressi?

"Sono molti fra tutti quello più emozionante è stato la prima volta in cui ho visto il sorriso di Anna, ancora ora mi accompagna in molti momenti della giornata. Anna è di una bellezza notevole, il suo sguardo ha un fascino particolare. Ricordo ancora con piacere le esterne, c’era intesa tra di noi, complicità, senza microfoni e telecamere parlavamo molto, ci rimproveravano sempre perché anche al momento dei saluti trovavo il pretesto per ritornare indietro."

Progetti attuali e futuri?

"Ho fatto un calendario per beneficenza con il ricavato sono riusciti a comprare alcuni macchinari per il reparto oncologico di Lecce, fui contattato direttamente dalla provincia. In programma ci sono ospitate nei locali, alcune già le ho fatte e sono gestite dal mio manager Tony-B, con il quale sto valutando anche alcune proposte lavorative di cui ti ho già accennato prima in un’altra risposta, come spot pubblicitari, dei ruoli in alcuni film, per scaramanzia non ti posso dire i titoli. Sarò il presidente della giuria per Miss Mondo Calabria per la provincia di Crotone. Continuerò a studiare recitazione, Uomini e Donne ti da la possibilità di farti notare ma poi sta a te migliorare le tue competenze artistiche, spero di diventare un bravo attore. Non voglio cullarmi sugli allori, questa piccola notorietà svanirà da un momento all’altro, quindi solo attraverso l’impegno e capacità artistiche si possono raggiungere livelli più alti. La recitazione è lo strumento migliore per poter suscitare emozioni negli altri. Continuerò la mia carriera di modello professionista, un altro sogno che spero di realizzare presto è quello di diventare clownterapia nei reparti pediatrici di Lecce."