Importante iniziativa della Fondazione Premio Napoli che adotta il progetto  “Il mondo salvato dai ragazzini”, ideato dall’Associazione culturale Kolibrì Napoli, aprendo le porte alla Civiltà dell’Infanzia con quattro appuntamenti autunnali nel segno della Children’s Literature e un evento finale a dicembre, rivolto a oltre 600 giovani giudici-lettori delle scuole medie di Napoli e provincia, in attesa del Bando Ragazzi per l’edizione 2020.  Le partecipazioni eccellenti alla manifestazione sono il più chiaro indicatore della qualità dell'iniziativa. Primo appuntamento, mercoledì il 23 ottobre ore 17.30, presso la sede della Fondazione a Palazzo Reale, con Bernard Friot: insignito a Genova del Premio Andersen 2019 come “Protagonista della cultura dell’infanzia”.  (Saint-Piat, 1951): scrittore, poeta, traduttore (dal tedesco e dall’italiano), già docente e poi responsabile del Bureau du livre du jeunesse a Francoforte, è considerato il “Gianni Rodari” di Francia. Appena insignito a Genova (dove tornerà il 23 novembre per un laboratorio con gli insegnanti della città nell’ambito della mostra, ospitata a Palazzo Ducale, «Gli anni ’20, l’età dell’incertezza») del Premio Andersen 2019 come «Protagonista della cultura dell’infanzia» è tra i più originali e amati autori per ragazzi.

Un ponte ideale dunque  rappresentato dai libri  unisce Procida, Napoli e Genova nel segno di Elsa Morante e del suo "Il mondo salvato dai ragazzini", manifesto poetico-profetico (e politico) scritto nel ’68 a cui l’Associazione culturale Kolibrì Napoli ha deciso di intitolare un progetto innovativo di educazione alla lettura (in collaborazione tra gli altri con la storica rivista Andersen–Il mondo dell’infanzia e l’ente nazionale di formazione Agita Teatro) che, per il terzo anno di seguito, coinvolgerà la comunità educante dell’isola di Procida, cui la scrittrice era legata, in un processo di trasformazione dal basso che coinvolge l’intera comunità educante dell’Isola flegrea.

Il progetto sperimentale, intitolato appunto «Il mondo salvato dai ragazzini», prevede, dal 23 ottobre al 27 novembre, un ciclo di “Incontri ravvicinati d’autore” con gli scrittori della quaterna di libri premiati a inizio giugno dagli oltre 350 bambini e ragazzi della Grande Giuria Giovanile (GGG) di Procida. Sono, invece, circa 600 i giudici-lettori delle scuole secondarie di primo grado di Napoli e provincia, coinvolti nella lettura di questi testi dall’inizio dell’anno scolastico che il 18 dicembre, al Teatro Mercadante, eleggeranno il loro “Supervincitore” preferito, nel corso di una manifestazione dedicata, preludio di un’auspicata messa a Bando della sezione Ragazzi per il Premio Napoli 2020: anno del centenario della nascita di Gianni Rodari. Primo protagonista dell’edizione napoletana de “Il Mondo salvato dai Ragazzini” sarà, mercoledì 23 ottobre alle ore 17.30, nella sede della Fondazione al primo piano di Palazzo Reale, il francese Bernard Friot, con Il mio primo libro di poesie d’amore (edizioni Il Castoro), illustrato da Desideria Guicciardini. La mattina dopo, lo scrittore incontrerà i suoi giovani lettori nelle scuole Poerio e Tito Livio, coinvolte nel progetto con l’IC Ferrajolo-Siani di Acerra, l’IC Giovanni XXIII-Aliotta di Chiaiano, l’IC Capraro di Procida, l’IC Filippo Caulino di Vico Equense, la SS I grado Pirandello-Svevo di Soccavo-Pianura, l’IC Ristori-Durante di Forcella, l’IC Foscolo-Oberdan del centro storico e l’IC Nevio del Vomero-Posillipo e la partecipazione della libreria napoletana L’Ibrido.

Gli appuntamenti proseguiranno – alternando sempre presentazione pomeridiana aperta alla città nella sede della Fondazione Premio Napoli, e incontri nelle scuole il mattino dopo – lunedì 11 novembre con Vichi De Marchi, autrice del romanzo I maestri di strada (Einaudi Ragazzi); martedì 19 novembre con Emanuela Bussolati ed Elisabetta Garilli, autrici dell’albo illustrato Tinotino Tinotina tin tin tin (Carthusia edizioni); e martedì 26 novembre con Luigi D’Elia e Simone Cortesi, autori con Francesco Niccolini del graphic novel Aspettando il vento (Beccogiallo edizioni), per concludersi il 27 novembre con gli ultimi incontri ravvicinati nelle scuole, prima della votazione dei giovanissimi giudici-lettori, entro il 30 novembre.