Dopo un lungo periodo di silenzio eccomi qua per raccontarvi il mio viaggio negli Stati Uniti. Non ho la presunzione di parlare nel dettaglio del tragitto, travel blogger più esperti di me si sono già cimentati in questo tipo di racconti, vorrei solo con le mie foto far rivivere a tutti i miei amici l’emozione che ho provato grazie a quest’esperienza unica. Come amante della fotografia gli U.S.A. sono un pozzo inesauribile d’immagini e di spunti. Il mio giro è iniziato in una delle città più conosciute del mondo: New York city. Nonostante fosse la mia terza volta nella grande mela ho provato lo stesso stupore di chi arriva qui per la prima volta; il caos, i taxi, le immagini viste e riviste nei film, la metropolitana.. un universo in un universo fatto di colori, sensazioni e forti contraddizioni. I colletti bianchi di Wall Strett e i senza tetto nella metro, le persone in fila di fronte ai negozi della Fifth avenue e il povero seduto di fonte a Tiffany con un gattino in braccio. Immagini che colpiscono il cuore, sensazioni feroci con le quali ho dovuto fare i conti durante tutta la mia permanenza in questo magico paese.. ma questa è un’altra storia! Primo giorno in città e (per mia volontà) primo luogo da vedere il World Trade Center. Non so spiegare a parole quello che ho provato, il ricordo delle torri che nel lontano 1998 ho visitato, il pensiero di tutte le persone morte quell' undici settembre oramai riconosciuto universalmente come il momento in cui gli stati uniti hanno scoperto di essere vulnerabili. Una sensazione d’impotenza, tristezza fino a sentire i brividi sotto pelle; i nomi dei deceduti scritti sulla balaustra delle vasche memoriali, i bambini mai nati (morti nel grembo delle loro madri sotto un cumulo di macerie) e la Freedom Tower, la nuova torre del W.T.C. che giunta quasi a compimento sovrasta questo giardino silenzioso di anime, questa continua processione di persone vive che in pace si unisce nel dolore.

Parlare dopo di questo è quasi un sacrilegio ma, mentre nel memoriale si è pervasi dal dispiacere fuori la vita pulsa e va avanti come un treno. Wall street centro della finanza mondiale, una lunga passeggiata tra le banche e le sedi delle più potenti società finanziarie del mondo e poi ancora in cammino fino a China Town e Little Italy.  Tappe obbligatorie per i turisti, fotograficamente scontate, le classiche immagini cartolina che è sempre bene fare..ma senza esagerare!

Prossimo  post: Greenwich Village e Washington Square Park