Sarà capitato anche a voi di lavorare gratis, o meglio, di essere sfruttati gratuitamente.

Sarà capitato anche a voi di non essere stati mai pagati per il lavoro svolto, per il periodo d'impiego (breve o lungo che sia) concordato.

Sarà capitato anche a voi di aver atteso mesi e mesi prima di essere retribuiti.

Sarà capitato anche a voi di non essere stati pagati con regolarità mensile.

Sarà capitato anche a voi di aver lavorato a nero ed essere retribuiti in anticipo.

Sarà, ma mi sono proprio rotto il cazzo. Il lavoro va pagato. Va pagato per l’impegno, la dedizione, i sacrifici, lo studio, la passione, la correttezza.

Il lavoro va pagato perché nobilita l’uomo, gli permette di vivere, mangiare, dormire, bere, cagare, divertirsi, viaggiare.

Il lavoro va pagato perché è un riconoscimento all’uomo stesso, che dà valore, stima, costanza.

Il lavoro va pagato perché nessuno campa d’aria, perché è un diritto, una forma di rispetto tra uomini.

Il lavoro va pagato al di là se sei un muratore, uno stagista, un medico o un manager d’azienda, perché tutti abbiamo le stesse necessità.

Il lavoro va pagato perché la beneficenza la si fa in parrocchia, nelle associazioni, nei centri sociali.

Il lavoro va pagato perché non è sinonimo di amicizia, amore e famiglia. E’ sinonimo di dignità.

Ce lo vogliamo mettere in testa? Vogliamo continuare a farci prendere per il culo? Vogliamo alzare la voce? Vogliamo prenderci e chiedere ciò che ci spetta? La vogliamo smettere di dire che siamo “giovani” e che di conseguenza dobbiamo fare la gavetta senza percepire un euro?

Dove cazzo sta scritto che siccome uno è giovane, ma non lo è il suo excursus, non deve essere pagato o al massimo essere pagato con il minimo sindacale. Eh? Dove sta scritto?

Facciamoci pagare, facciamoci sentire, facciamoci rispettare.

Lavorare sempre gratis è sbagliato, è una violenza che applichiamo solo su noi stessi. Dobbiamo ritrovare il coraggio di dire no! O mi paghi oppure niente da fare. Anche se al posto nostro ce ne saranno altri cento che diranno si! Così non andremo mai avanti, non vinceremo mai. Resteremo schiavi delle lobby, del potere e di chi c’ha i soldi e preferisce pagare gli azionisti, o le amanti, invece di farlo con i dipendenti o i consulenti che sono il vero motore dell’attività e della società.

Fare esperienza serve, anche lavorare gratis serve, imparare serve, ma farlo per sempre e ogni volta non serve a nessuno, non serve a noi stessi. Serve a chi ci sfrutta, a chi ci ignora, a chi si arricchisce alle nostre spalle.

Abbiamo un’arma molto potente: il pensiero. Utilizziamolo, e con esso la parola.

Facciamolo per il nostro futuro, per i nostri figli. Non accettiamo proposte vuote a perdere. Perché a perdere c’andremo solo noi e la nostra bellezza di uomini nati liberi.

IL LAVORO VA PAGATO!

IL LAVORO VA GUADAGNATO!

IL LAVORO VA INVENTATO!

IL LAVORO VA TROVATO!

IL LAVORO VA SUDATO!

IL LAVORO VA RISPETTATO!

Sarà capitato anche a voi no? Non fatemi sentir solo.

Nel caso fosse così, coglioni voi!

GRAZIE.

http://www.youtube.com/watch?v=o80agySZtiA