"Siamo a Porta Portese perchè rappresenta il caratteristico italiano. Noi facciamo musica che si vuole avvicinare all'America ma alla fine siamo italiani.. e qui ci siamo conosciuti. Questi posti ci rappresentano, qui scriviamo canzoni che parlano di noi. Quindi questo è noi."

in foto: Credits: Giacomo Latorrata

Avere sangue, cuore e orgoglio romano non vuol dire necessariamente seguire ritmo e battiti della musica italiana.
E questa è una fortuna, specie se si viene a conoscenza di gruppi come i John Canoe, che del surf-garage californiano hanno fatto un credo, senza tuttavia abbandonare l’amore per il quartiere della capitale dove sono cresciuti: Porta Portese.
Li abbiamo incontrati di domenica mattina, tra un banco di arredamento vintage e uno di vinili usati.
Gli abbiamo chiesto cosa ci fosse dietro il loro nome, dietro il loro nuovo album Wave Traps, dentro la loro Sala Prove.
E in men che non si dica ci siamo ritrovati in un mondo di maschere caraibiche, attitudini lo-fi e chitarre distorte.

Regia: Giacomo Latorrata
Etichetta: Bomba Dischi / Universal Music Italia