large_160604-233129_to040616reu_5257

La Francia di Didier Deschamps sembra già pronta per Euro2016. La formazione transalpina ospiterà il Campionato Europeo che si giocherà dal 10 giugno al 10 luglio e, da buona padrona di casa, farà di tutto per non sfigurare. Le prime indicazioni più che positive sono arrivate sabato sera dall’amichevole casalinga che Pogba e compagni hanno giocato contro la Scozia. I tre gol che hanno regalato la vittoria alla Francia portano le firme di due giocatori dell’Arsenal, Olivier Giroud e Laurent Koscielny. L’attaccante in particolare si è reso protagonista di una deliziosa doppietta condita da una segnatura di tacco.

Quasi un fatto personale per Giroud che non è mai stato pienamente amato dal pubblico transalpino e che, alla vigilia di questo Campionato europeo, viene accusato di trovare spazio ai danni di Karim Benzema, l’idolo incontrastato delle folle, ‘fatto fuori’ dal ct dopo il suo coinvolgimento nell’affaire Valbuena.

Passato dal Montpelliers all’Arsenal nella stagione 2012/2013, la punta classe 1986 in Premier League ha fatto registrare 135 presenze condite da 57 gol che diventano 188 presenze e 82 gol conteggiando anche le apparizioni in Community Shield, Coppa di Lega, FA Cup e soprattutto in Champions League, competizione che lo esalta particolarmente: sono 5 gol in 7 partite durante l’ultima edizione. Anche con la maglia della Nazionale francese Giroud non lesina gol: 12 gol in 43 presenze fino a questo momento, la maggior parte delle quali tutte da subentrato.

Ma per l’attaccante di Chambery è un’eterna lotta contro gli esperti, i tifosi, gli opinionisti che non lo hanno mai considerato importante, che non hanno mai intravisto nella sua costanza quel salto di qualità tanto agognato e così spesso accostato al suo nome. Euro2016 può essere una svolta, all’alba dei 30 anni e di una maturazione ormai pronta ad essere svelata. Con buona pace di Benzema.