L'Osservatorio Internazionale sull'Economia del Mare, realtà promossa da INSTALL, società internazionale specializzata nel settore delle geoscienze e da AISEPS (Associazione Internazionale per lo Sviluppo Economico, la Ricerca e Tecnologia e le Politiche Sociali ) a dicembre 2017 e che ha sin da subito coinvolto importanti players internazionali quali  Università eCampus,  Confartigianato Imprese Napoli, Associazione Marevivo, Modavi Protezione Civile, Sportello Internazionale Amico, Fondazione Ampioraggio, registra una nuova importante adesione: il  GAL Riviera dei Cedri

Il Gruppo Gruppo Azione Locale Riviera dei Cedri  è una società consortile a responsabilità limitata a partecipazione pubblica/privata. Obiettivo del GAL Riviera dei Cedri è la promozione degli interessi istituzionali, economici e commerciali del territorio e dei propri soci attraverso lo studio, l’attuazione ed il coordinamento di iniziative utile allo sviluppo sociale ed economico. Tra i Comuni aderenti al GAL Riviera dei Cedri rientrano il Comune di Aieta, il Comune di Belvedere Marittimo, il Comune di Bonifati , il Comune di Buonvicino, il Comune di Diamante, il Comune di Grisolia, il Comune di Maierà, il Comune di Orsomarso, il Comune di Papasidero, il Comune di San Nicola Arcella, il Comune di Sangineto, il Comune di Santa Domenica Talao, il Comune di Santa Maria del Cedro ed il Comune di Verbicaro.

La condivisione di conoscenze e competenze finalizzata al raggiungimento di obiettivi importanti come occupazione e benessere sociale, rappresenta uno degli obiettivi che Enti Pubblici , Università, Imprese ed Associazioni devono mettere in campo per rilanciare il sistema economico locale, nazionale ed internazionale.  Sviluppare ricchezza significa di fatto creare premesse per nuova occupazione stabile e conseguente benessere territoriale.  E proprio l'ottica di sistema può rappresentare per i territori uno strumento di sviluppo senza precedenti, soprattutto al Sud dove a fronte di innegabili competenze non sempre si è riusciti a realizzare occasioni di sinergia tra pubblico e privato a favore del territorio.  

L'adesione del GAL Riviera dei Cedri all'Osservatorio Internazionale sull'Economia del Mare vede dunque la Calabria in prima fila per tutto ciò che concerne logiche di sviluppo ottimali della più grande risorsa free disponibile per i territori.  Delegato dal GAL all'attività dell'Osservatorio, Mauro Limongi, professionista che per primo ha dimostrato di intuire le opportunità che le sinergie con tutte le realtà dell'Osservatorio possono creare. 

Secondo Mauro Limongi  << il mare è una risorsa importantissima per la generazione di nuova economia.  Sino ad oggi abbiamo concepito l'economia del mare come mera attività mercantile.  Oggi abbiamo la possibilità di sviluppare energia compatibile con l'ambiente, l'acquacoltura, l'archeologia marina, l'attività di sicurezza per porti e corsi d'acqua e tante altre opportunità . Queste nuove attività tradotte in termini economici significano occupazione e sviluppo, il tutto in piena compatibilità con l'ambiente.  I nostri territori possono crescere se condividiamo logiche di crescita pubblico-private che abbiamo immediato riscontro per i cittadini. Aderiamo dunque all'Osservatorio con grande piacere e volontà di creare prosperità e valorizzazione per la nostra terra>>.   Sulla stessa linea d'onda  Gennaro Illiano, CEO di INSTALL secondo cui << tutti insieme dobbiamo immaginare il presente ed il futuro. La prossima settimana aderiranno all'Osservatorio importanti Università e Centri ricerca europei.  La Calabria ha nel mare una opportunità concreta di sviluppo che si fonde con storia, cultura e tradizione. Siamo molto soddisfatti di questa adesione e siamo pronti ad una prima riunione operativa che possa iniziare a collocare l'Osservatorio come interfaccia operativa per la creazione di nuovo sviluppo>>.