CircleMe

CircleMe, il social network che ti connette alle cose che ami e alle persone in tutto il mondo che condividono i tuoi stessi interessi, apre oggi al pubblico, dopo sei mesi di beta testing ad inviti. Il lancio del sito è accompagnato dal rilascio di una App per iPhone che estende le possibilità di CircleMe di esprimere e scoprire le cose che ci piacciono e ci interessano.

Gli utenti di questa applicazione saranno in grado di postare (piantare in un luogo specifico della città) in tempo reale e ovunque si trovino qualsiasi cosa ritengano interessante da condividere, ad esempio una canzone, un libro, un film, un luogo, un personaggio famoso, magari associandogli un loro messaggio o una riflessione. Sarà inoltre possibile esplorare ciò che è stato "piantato" vicino a loro, con alert automatici quando sono in prossimità di qualcosa che è stata "piantata" da qualcuno nella propria rete di fiducia, anche quando il loro iPhone è riposto nella tasca della giacca.

CircleMe non è un social network in senso stretto, ma una vera e propria fonte di ispirazione in tempo reale che mette in contatto la gente in funzione degli interessi, delle passioni e di tutti quegli elementi culturali che
contribuiscono a plasmare l'identità di una persona. CircleMe rende facile la connessione con persone che hanno i nostri stessi gusti, ma allo stesso tempo permette agli utenti di scoprire cose nuove e di ampliare la propria cultura e i propri orizzonti.

Una nuova generazione di applicazioni per smartphone sono in arrivo sul mercato, in grado di sfruttare le tecnologie di geolocalizzazione per fornire un sistema automatico di "ambient sensing", per avere il polso di ciò che accade nelle vicinanze.  L'applicazione iPhone CircleMe apre uno scenario completamente nuovo, dando alle persone la possibilità di "piantare" in giro per la città elementi di potenziale interesse per altri utenti. Questo offre infinite possibilità: consigliare un buon libro in libreria, o una mostra permanente in un museo, mettere in evidenza un luogo in cui qualche personaggio famoso ha fatto qualcosa di importante, fare sorprese agli amici, come ad esempio una canzone che si può ascoltare quando arriviamo in quel determinato punto o luogo. Su questo aspetto il CEO di CircleMe si dimostra davvero entusiasta. Giuseppe D'Antonio sottolinea infatti come questi nuovi comportamenti potrebbero rappresentare un vero punto di svolta, in relazione a come il mondo fisico e quello digitale interagiscono per favorire scoperte fortuite.

CircleMe sta dunque sperimentando una nuova generazione di social network, basato su tutte le cose che ti piacciono piuttosto che su quello che semplicemente conosci. Oltre ad una progettazione dell'interfaccia utente a carattere internazionale, il servizio è dotato di tecnologie all'avanguardia per fornire raccomandazione semantiche e sociali che rappresentano un balzo in avanti nella nostra capacità di scoprire nuove informazioni. L'azienda che sta dietro CircleMe, Cascaad Ltd, ha sede a Londra e Milano ed è stata fondata da ErikLumer, ex ricercatore (Xerox Parc e Stanford University) diventato poi un imprenditore seriale (co-fondatore e Amministratore Delegato di Babelgum). Giuseppe D'Antonio, amministratore delegato di Cascaad, ha molti anni di esperienza presso aziende digitali, sia piccole e grandi (Google, Dada, Manhattan Associates).