Lo sviluppo di una comunità passa inevitabilmente per il credito e gli investimenti.  Negli ultimi anni nel Sud ed in particolare a Napoli diversi istituti internazionali hanno aperto filiali pronte a raccogliere la sfida della nuova imprenditoria, soprattutto quella hi-tech.  Tra i più importanti si annovera il gruppo Credite Agricole che proprio a Gennaio 2019 ha chiuso un importante accordo con l'Unione Industriali di Napoli per lo sviluppo del credito per le realtà del territorio partenopeo.

Tra le strategie dell'Istituto di Credito anche filiali sempre più orientate al business e dunque capaci di fronteggiare ogni tipologia di problematica tipicamente imprenditoriale, oltre a quelle tipiche del settore commercio e dei privati.   Ecco l'accorpamento di alcune agenzie come quella recentemente avvenuta al Vomero, area tradizionalmente business, che ha visto la storica sede di Piazzetta Santo Stefano accorparsi con la filiale di Via Cilea.

Come riportato sul sito ufficiale l'Istituto è in chiara espansione.  Il primo trimestre del 2018 fa infatti registrare un risultato netto aggregato gestionale  pari a 199 milioni di euro, in crescita del 7,5% rispetto allo stesso periodo del 2017, grazie a un sempre maggiore coordinamento sinergico tra le diverse linee di business del Gruppo.  Il Gruppo è composto, al 14 maggio 2018, oltre che dal Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, anche dalle società di Corporate e Investment Banking (CACIB), Credito al Consumo (Agos, FCA Bank), Leasing e Factoring (Crédit Agricole Leasing e Crédit Agricole Eurofactor), Asset Management e Asset Services (Amundi-Pioneer, CACEIS), Assicurazioni (Crédit Agricole Vita, Crédit Agricole Assicurazioni, Crédit Agricole Creditor Insurance) e Wealth Management (CA Indosuez WM – Banca Leonardo e CA Indosuez Fiduciaria).