Il lavoro a firma del regista Stefano Amatucci per Movieland Productions Italia, "Caina", torna da uno dei più importanti Festival Internazionali del Cinema Indipendente, il Lift-Off della Global Network raccogliendo ancora elogi di pubblico e critica. James Bradley e Ben Pohlman hanno lanciato il Lift-Off a Londra nel 2010. In soli sei anni la loro struttura è diventata globale, contando la sua presenza in 10 paesi tra cui Hong Kong, Los Angeles, Sydney, Parigi, Amsterdam, Tokyo, Vancouver e Singapore. La tappa di Parigi quest'anno ha visto trionfare "Caina" come miglior film, lungometraggio completamente made in Italy, prodotto dall'imprenditore stabiese Salvatore Suarato che due anni fa ha messo su la Movieland Productions Italia ed è stato presente con tutto lo staff alla cerimonia conclusiva di Londra agli storici Pinewood Studios, ambienti noti al mondo del cinema, dove sono stati girati i colossi come Agente 007 e Star Wars.

Caina, una realtà dura che tutti dovrebbero conoscere…

Un film controverso e crudo che descrive la dura realtà dell'immigrazione illegale in Europa in generale e lungo le coste italiane in particolare.
Il film presenta, in una realtà distopica, una visione metaforica dell'anima oscura e crudele della xenofobia e del profondo razzismo. Non si tratta di un film gentile o condiscendente, ma di un vero colpo allo stomaco per il grado di violenza e il comportamento disumano che nasce dall'odio e dalla paura della diversità. Non sarebbe quindi stato facile spaccare lo schermo, mettere d'accordo tutti per un lungometraggio dal tema così delicato, quanto attuale.

Ci riesce Caina, in questo fruttuoso 2017 appena concluso, invitato ai maggiori festival del cinema indipendente (Tallin, Tarragona, Barcellona, Pantelleria); vince il premio alla fotografia ad Ischia e il trionfo nella tappa Lift-Off di Parigi, cuore pulsante del cinema d'autore e sede operativa di quasi tutti i principali distributori di cortometraggi e lungometraggi all'interno dell'Europa continentale.

Parigi e la proiezione di un sogno importante che si realizza…

Una proiezione e una vittoria importante quella a Parigi per Caina. La Francia che vanta una produzione cinematografica importante, dove qualsiasi produttore estero deve "crackare" se desidera che il proprio lavoro colpisca il pubblico internazionale e il mercato globale. D'altronde quest'anno la produzione ha sottoscritto un accordo internazionale di distribuzione con l'americana CardinalXD.
L'importanza del lavoro svolto e la soddisfazione per questa esperienza al Lift-Off nelle parole del regista, Stefano Amatucci: "Essere entrato a far parte tra i cinque lungometraggi premiati dalla sezione del cinema indipendente Lift-Off è una soddisfazione non solo per me, ma per tutti coloro che con grande fatica hanno portato a termine questo progetto, non mollando mai nonostante le difficoltà incontrate.  Tra questi, ringrazio in particolare l'autore del romanzo "Caina" Davide Morganti, che ha scritto con me il soggetto e la sceneggiatura del film e mi è stato molto vicino in tutto il percorso".