Museo "Dimitrie Gusti" – Foto scattata con la Lumix GH5 (Panasonic)
in foto: Museo "Dimitrie Gusti" – Foto scattata con la Lumix GH5 (Panasonic)

Terzo giorno a Bucarest all'insegna delle tradizioni e dello svago. Dopo aver visitato la parte storica della capitale rumena, e dopo aver preso parte al tour dedicato ai luoghi in cui ha vissuto il presunto Dracula, la nostra ultima giornata nella "Piccola Parigi" si è suddivisa tra la Cărturești Carusel, il Museo (all'aperto) "Dimitrie Gusti" e le Terme. Per poi concludersi con il nostro saluto al nostro hotel (l'Hilton Garden Inn Bucharest Old Town) – offerto gentilmente da Booking.com – e con il nostro arrivo alla stazione dei bus, dove abbiamo preso Flixbus in direzione Sofia.

1. Cărturești Carusel. Situata a pochi metri dal nostro hotel, e in pieno centro a Bucarest (l'edificio si trova in Via Lipscani), la Cărturești Carusel è un luogo per tutti coloro che amano i libri, il design e la cartoleria. Al suo interno è possibile infatti acquistare non solo romanzi – in lingua inglese o in lingua rumena, ma anche fumetti, CD, DVD, gadget e tanto altro ancora. 10 mila metri quadri tutti da visitare e da gustare poco prima di una giornata intesa o subito dopo per rilassarsi con un buon caffè (disponibile a pochi centesimi all'ultimo piano).

Distanza tra la Cărturești Carusel e il Museo del Villaggio: 6 km. Come spostarsi: Uber (15/20 minuti circa). Costo: 3/4 euro.

Cărturești Carusel – Foto scattata con la Lumix GH5 (Panasonic)
in foto: Cărturești Carusel – Foto scattata con la Lumix GH5 (Panasonic)

2. Museo del Villaggio. Il Museo del Villaggio è uno spettacolo che delizia coloro che sono interessati alla cultura e alle tradizioni del popolo romeno. Si trova nel Parco Herăstrău, e qui si possono ammirare vari tipi di case e chiese in legno provenienti da diverse parti della Romania, ma anche i tessuti con modelli regionali specifici. Il Museo Nazionale del Villaggio "Dimitrie Gusti" di Bucarest è più di un semplice museo all’aperto; è un vero e proprio monumento di storia. Tutti i monumenti al suo interno sono infatti originali e sono testimoni della tradizionale romena. Realizzato in un ambiente naturale, il museo ha un aspetto rustico, piacevole e molto accogliente. Da non perdere assolutamente. Costo: 6 Lei (poco più di 1,5€).

Museo Dimitrie Gusti – Foto scattata con la Lumix GH5 (Panasonic)
in foto: Museo Dimitrie Gusti – Foto scattata con la Lumix GH5 (Panasonic)

Distanza tra il Museo del Villaggio e le Terme di Bucarest: 15,5 km. Come spostarsi: Uber (15/20 minuti circa). Costo: 3/4 euro.

3. Terme di Bucarest. Un luogo perfetto per rilassarsi sono sicuramente le terme. A pochi chilometri dal centro di Bucarest, c'è il più grande impianto termale di tutta Europa. Oltre alle classiche piscine, sono presenti idromassaggi, saune e molto altro ancora. Il prezzo varia a seconda della stagione e del tempo impiegato (mezza giornata secondo me è abbastanza). Se, per caso, avete dimenticato asciugamani e accappatoi a casa, non preoccupatevi! Qui potete noleggiarli a prezzi ragionevoli.