Ethereum è la seconda critptovaluta dopo Bitcoin. Dedica a se stessa una settimana all'anno di conferenza, la Defcon, per fare riflessioni sul proprio presente e sul futuro. L'ultima edizione si è tenuta a Praga e i temi più importanti sono stati la velocità e la scalabilità della tecnologia blockchain, che avranno un ruolo importante nello sviluppo di nuovi servizi. Alla conferenza ha partecipato anche in co-fondatore Vitalik Butterin, che è intervenuto in modo inaspettato e pungente su un tema molto interessante: l'ampia proposta commerciale che si sta sviluppando nel mondo sulla base della tecnologia blockchain.

Butterin ha sottolineato che alcuni dei tentativi di implementazione della blockchain di cui si parla sono semplicemente perdite di tempo. Parlando delle iniziative di IBM ha sostenuto che queste soluzioni non colgono le peculiarità della tecnologia e sono figlie dello hype di marketing della blockchain. Una prima critica alla soluzione IBM dipende dal fatto che non si tratta di soluzioni aperte e distribuite, peculiarità inalienabile della blockchain. Con una battuta ha anche aggiunto che sul controllo del mondo materiale per mezzo dei registri digitali c'è qualche confusione: "l'idea di IBM di mettere la lattuga sulla blockchain è sbagliata: le blockchains sono strumenti neutrali non arbitri per la verifica della verità.

Butterin concorda sul fatto che l'idea di monitorare e verificare efficacemente la fonte di un prodotto, in particolare il cibo, sia buona ma il problema è nel fatto che gli attori coinvolti non necessariamente eseguono correttamente i compiti nella catena di tracciabilità e non è possibile controllarli. È "abbastanza" vero che la tecnologia blockchain rende più difficile contraddire le informazioni immesse, va però notato che le blockchain non sono arbitri della verità, quanto piuttosto strumenti tecnologici neutrali. Quindi non possono assolutamente garantire il 100% delle cose, in particolare nel mondo reale. Per una corretta ed efficace applicazione della blockchain è necessario analizzare a fondo il risultato atteso, senza farsi prendere da facili entusiasmi (qui un modo per farlo).

Fonte: Oracle Times