Il 2012 continua all'insegna degli scandali bancari. Dopo la perdita (inizialmente di 2 miliardi ora abbiamo già superato i 5) di Jp Morgan in un singolo trade (per approfondire leggi: al centro dell'Uragano) ora è il turno di Barclays, (4° colosso bancario del mondo con 2.33 trilioni di $ di Assets) e chissà quante altre banche potrebbero seguire.  Il 27 giugno è stata ufficializzata una multa della CFTC (300 milioni di $) ai danni di Barclays per avere manipolato i tassi Libor dal 2005 ad oggi.

Cos'è il Tasso Libor:

LIBOR o Libor indica il London Interbank Offered Rate (inglese, tasso interbancario ‘lettera' su Londra), un tasso di riferimento per i mercati finanziari.

Si tratta di un tasso variabile, calcolato giornalmente dalla British Bankers' Association in base ai tassi d'interesse richiesti per cedere a prestito depositi in una data divisa  da parte delle principali banche operanti sul mercato interbancario.

E' in sostanza il costo del denaro medio che paga una banca quando prende denaro a prestito da un'altra banca. Viene chiesto alle banche di rendere noti i tassi a cui prendono a prestito poi si scartano i 4 più alti, i 4 più bassi e con i restanti si fa una media. Questi tassi servono per determinare i prezzi di Trilioni di Assets bancari. Si suddividono poi in base alla durata e alla valuta che hanno come sottostante. Il tassso Libor a 3 mesi è lo standard. Per l'economia reale significa manipolare il costo del proprio debito o credito dovendo essere costretti a pagare di più o ricevere di meno. Il tutto a ovvio interesse e guadagno della banca. In sostanza se ti volevano far pagare qualcosa in più sul mutuo della casa, per loro non c'erano problemi. L'amministratore delegato di Barclays Bob Dimon è ora sulla graticola, ha già fatto sapere che rinuncerà al suo bonus (grazie) ma che non ha intenzione di fare l'agnello sacrificale, se messo al muro parlerà e di cose da dire ne ha parecchie. Riusciamo già benissimo ad immaginarci cosa potrebbe dire…. le altre banche sapevano, così come le commissioni di vigilanza e molti politici….

Per un ulteriore sguardo sulla "democrazia" del sistema bancario ho trovato un grafico interessante. Dall'abbandono del Gold Standard nel 1971 il denaro che viene stampato non è più rappresentativo di nulla ma solo di debito. Le banche prestano debito e ottengono a garanzia asset reali. Vediamo l'aumento di questi Assets nelle banche americane e inglesi (il centro della finanza mondiale) dal 1880 al 2008. Il grafico è a candela e si commenta da solo.

E' veramente questo  tipo di oligopolio che dobbiamo difendere con misure lacrime e sangue, continuando a spostare ricchezza dal basso verso l'alto della piramide ?