Un paio di lauree, un taccuino sempre in valigia e tanta voglia, in ogni cosa, di arrivare sino alla sostanza. Gli anni passati a lavorare all'estero e le peripezie in giro per il mondo non hanno contribuito a fare di me una persona seria, ma mi hanno dato modo di conoscere il fotografo che dà oggi un volto a tutti gli articoli, Giacomo Latorrata. In continua lotta tra il "sono in ritardo" e il "cosa aspetto", molto brava con il tempismo e molto meno con la puntualità, anni fa ho messo la testa a posto. Ma non ricordo dove.
TWITTER

Arianna Bureca

Moci e Lov-fi: la primavera della musica romana
Outdoor Festival 2018: il patrimonio del futuro
Vivi, Muori, Blues, Ripeti: i Bud Spencer Blues Explosion sono tornati.
Con Luca Cirillo sulle note dell’arte
Il Country dei Keet & More: da Tucson a Casal Bertone.
La nuova SEAT Arona ha una “marcia in più”
Favole per Lupi di città
Mr. World è di Roma
Ciao, Sono Giancane