Un paio di lauree, un taccuino sempre in valigia e tanta voglia, in ogni cosa, di arrivare sino alla sostanza. Gli anni passati a lavorare all'estero e le peripezie in giro per il mondo non hanno contribuito a fare di me una persona seria, ma mi hanno dato modo di conoscere il fotografo che dà oggi un volto a tutti gli articoli, Giacomo Latorrata. In continua lotta tra il "sono in ritardo" e il "cosa aspetto", molto brava con il tempismo e molto meno con la puntualità, anni fa ho messo la testa a posto. Ma non ricordo dove.
TWITTER

Arianna Bureca

Dalle strade ai musei: l’intervista a Valerio Polici.
Un anno intero di Canzoni per metà
“Barcolana”.. e il mare a Trieste si copre di vele
Ex Dogana al confine tra arte e scienza
Universal Studios, universal happiness
Gardens by the Bay, e Singapore si colora di verde
20 anni di Otto Ohm, e una location speciale per celebrare “la vita che va”
Magic Fire Festival: Rainbow Magicland si accende di luci e colori
Il Chiostro dà il benvenuto a Roma al re del neospressionismo Jean-Michel Basquiat