Le festività natalizie sono ormai alle porte e con il loro arrivo, soprattutto nel capoluogo partenopeo, numerosi villaggi di natale dedicati a Babbo Natale ed ai suoi elfi aprono al pubblico. È proprio grazie ad una di queste iniziative che la parrocchia Sacri Cuori di Gesù e Maria ha deciso di coinvolgere numerosi giovani nelle attività legate alla preparazione del Villaggio di Babbo Natale ed ai giochi ai quali potranno partecipare i visitatori del villaggio. È un vero e proprio evento quindi, quello organizzato dal parroco Don Enrico Monfrecola e dal responsabile dell’evento Roberto Panaia , che vuole essere un segnale contro il degrado e l’abbandono caratterizzanti la zona di Viale Cavalleggeri d’Aosta interposta tra i due grandi quartieri di Fuorigrotta e Bagnoli, dove a salire agli onori della cronaca sono solitamente le notizie legate alla ormai radicata malavita del quartiere. «L’evento Villaggio di Babbo Natale – ha spiegato Panaia – ha la finalità di riscoprire il natale con la sua magia e la gioia di chi viene al mondo per salvarlo e noi cerchiamo di salvare quanti più giovani possibili dai contesti malavitosi» sono le parole speranzose del responsabile dell’evento per un’iniziativa di inclusione e sviluppo sociale dedicata ad una zona della città che, sicuramente, meriterebbe un riconoscimento per le numerose iniziative di piccole realtà come quella della parrocchia Sacri Cuori di Gesù e Maria. Il villaggio dopo aver aperto i giorni 8,9 e 10 dicembre continuerà ad ospitare i visitatori nei giorni 16 e 17 dicembre presso la stessa parrocchia situata a Via Caduti di Nassiriya 10.