Per molti è il paese delle meraviglie, spiagge bianche, lusso e grattacieli e shopping. Ma non fatevi ingannare, perché Abu Dhabi è molto di più. Un luogo inaspettato dal paesaggio diversificato, con deserti, oasi, montagne e isole deserte, dove il rispetto del passato permea il presente e dà forma al futuro. Il suo nome in arabo significa “terra della gazzella”, poiché si dice che la città fu fondata quando una giovane antilope guidò una tribù assetata verso una fonte d’acqua dolce, su un’isola dove c’erano non più di 300 capanne di palme. Da allora, in meno di 50 anni, Abu Dhabi si è trasformata da territorio desertico a città cosmopolita, capitale degli Emirati Arabi Uniti dallo skyline altissimo, e una popolazione che si stima nel 2030 arriverà a 3 milioni.

Dall’Italia dista poco meno di 6 ore di volo, ma il “passaggio” lascia il segno. Con i suoi edifici storici, le attrazioni emozionanti, un calendario ricco di eventi che includono arte, cultura, sport, concerti e fiere, Abu Dhabi è diventata una meta turistica frequentatissima. Complice l’accoglienza della gente, un cultura che viene da lontano e guarda al futuro nel rispetto delle tradizioni, e l’energia che il paese giovane trasmette. Le sue bellezze sono tutte da apprezzare. Dalla maestosità della Gran Moschea Sheikh Zayed, una delle più grandi al mondo, capace di ospitare 40.000 fedeli, con 80 cupole, circa 1.000 colonne, lampadari placcati d'oro a 24 carati e il tappeto annodato a mano più grande del mondo.

Alla Corniche Road lunga 8 km, con il suo lungomare curato e la Corniche Beach, splendido parco balneare sorvegliato. Ma chi ama il mare non può perdere un giro in barca alla scoperta dei segreti dell’antica attività di raccolta delle perle nel Golfo Arabico. A bordo di Jalboot, tradizionale sambuco per la pesca di perle, si parte per una crociera lungo il canale che scorre tra Abu Dhabi e le isole Hudairi Yat, per imparare come i padri del Paese hanno consacrato le loro vite alla ricerca in mare delle conchiglie, nella speranza di trovare perle preziose da commerciare o utilizzare per creare gioielli. Si può anche assistere all’apertura di un’ostrica viva e portar4e a casa la perla come souvenir.

E una vera emozione è spingersi sulla spiaggia dell’isola di Saadiyat dove le tartarughe embricate (tartarughe marine tra le più piccole e colorate) da sempre depongono le uova. Una specie in via di estinzione questa, che qui viene protetta, al punto che poiché luci e rumori forti possono distrarre i piccoli di tartaruga, indirizzandoli nella direzione sbagliata e lontano dal mare, nella stagione della nidificazione, le luci notturne del luogo vengono ridotte e tutte le strutture della spiaggia spostate durante la notte.  Sapevate che anche Abu Dhabi ha il suo Louvre? Sì, nel distretto culturale di Saadiyat, destinato a diventare la maggiore concentrazione al mondo di strutture museali.

Il Louvre Abu Dhabi, è nato dalla collaborazione tra Abu Dhabi e la Francia, e progettato dall’architetto francese Jean Nouvel, ha una cupola di 7,5 tonnellate (lo stesso peso della Torre Eiffel) che forma un affresco di 7.850 stelle. Ad un’ora e mezza di auto da Abu Dhabi c’è Al Ain  (in italiano “la Primavera”), Patrimonio UNESCO e cuore storico dell’Emirato, 6 oasi, antichi siti archeologici, e il mercato dei cammelli, uno dei pochi rimasti. Da non perdere anche l Rub Al Khali  o Empty Quarter (“Il Quartiere Vuoto”), l’area sabbiosa più grande al mondo, con una infinita distesa di dune cangianti, scoperta dall’esploratore britannico Wilfred Thesiger negli anni ’40.

Se invece volete il divertimento a 360°, l’isola di Yas è la meta giusta: potete scaldare i motori al circuito di Yas Marina, sede dell’annuale Gran Premio di Formula 1 Etihad Airways Abu Dhabi, o tuffarvi nel Ferrari World, primo parco a tema al mondo targato Ferrari, con straordinarie attrazioni e le montagne russe più veloci al mondo. In attesa che a luglio venga inaugurato il nuovo parco divertimenti Warner Bros. World Abu Dhabi, che ospiterà sei mondi ispirati ai Looney Tunes e Hanna-Barbera, oltre a supereroi come Batman e Superman. Tra le attrazioni, Metropolis e Gotham City, la Bedrock dei Flinstones . Non resta che attendere il 25 luglio!

Credits: Department of Culture and Tourism – Abu Dhabi