dal blog di
19:23

Tv Revival#4: Privileged

una serie divertente ed intrigante, per il nuovo capitolo di Tv Revival

Tv Revival#4: Privileged.

La rubrica Tv Revival torna anche questa settimana. Siamo prontissimi a “riportare in vita” un’altra serie tristemente cancellata dal palinsesto americano, e che purtroppo è caduta nel dimenticatoio. La serie è di qualche anno fa, ed era brillante e divertente. Nonostante in America non abbia avuto un buon successo, qui in Italia invece ha avuto una discreta visibilità.

Privileged è una serie made in CW, trasmessa dal settembre del 2008 al febbraio del 2009 per un totale di 18 episodi. La serie era un classico teen-drama basato sul libro How To Teach Filthy Rich Girls di Zoey Dean. La serie raccontava di Megan Smith (Joanna García), una ventitrenne laureata a Yale che si trasferisce a Manhattan con la speranza di trovare lavoro in un giornale famoso. Quando viene licenziata, si adatta a diventare la tutor delle due nipoti liceali della magnate dei cosmetici Laurel Limoges (Anne Archer), nell’inebriante Palm Beach, in Florida. Le ragazze, Rose (Lucy Hale) e Sage (Ashley Newbrough), sono belle, ribelli, e poco entusiaste della loro nuova tutor, ma Megan è determinata a conquistarle, supportata e consigliata dallo chef Marco (Allan Louis) e dal suo migliore amico, Charlie (Michael Cassidy), che è segretamente innamorato di lei.  Megan però cattura l’attenzione di Will (Brian Hallisay), il ricco attraente vicino di casa che spesso parla con Marco e che, guarda caso, frequenta la sorella di Megan, Lily (Kristina Apgar). Megan osserva che Rose e Sage hanno un rapporto molto stretto, che lei desidererebbe avere con la sorella Lily, che invece tradisce continuamente la sua fiducia.

Un cast di volti noti e non da vita ad una vicenda fresca, intrigante e molto divertente. La serie Privileged infatti, prendeva forza da quelle che erano le classiche tematiche dei teen-drama, creando un genere quasi tutto nuovo. L’intera vicenda si barcamenava tra drama e comedy, rendendo la visione di ogni episodio gradevolissima e soprattutto spensierata. Merito della protagonista Megan Smith, che grazie alla sua ilarità e simpatia, ha dato un volto frizzante alla serie. La tematica amorosa poi ne faceva da padrone, dove i classici triangoli amorosi, vivevano una nuova vita grazie ad una serie di avvenimenti che infondevano una  linfa più sexy all’intera vicenda. C’era anche quel tocco mistery che a quanto pare è diventato un must per le serie tv per i più giovani. Per tutta la durata della stagione da un lato vediamo come nella vita delle sue gemelle Rose e Sage, prende corpo un torbido mistero che riguarda la morte dei loro genitori, dall’altra vediamo come Megan cera di scoprire il perché sua madre ha abbandonato lei e suo padre quando era molto piccola. Non stiamo di fronte però a tematiche gialle come Pretty Little Little Liars o Gossip Girl, eppure questo escamotage ha trasmesso allo spettatore la voglia di continuare la visione dell’intera serie tv.

In se e per e se Priviliged poteva sembrare il solo drama fritto e rifritto, invece aveva quella marcia in più che lo ha fatto distinguere da altri prodotti simili. Un po’ simile ad una saga familiare anni ’80, questa serie tv aveva tutte le carte in tavola per diventare una serie tv da trasmettere ad oltranza sul piccolo canale statunitense. Le  atmosfere e le musiche erano molti simile alla serie tv Beverly Hill 90210 che davano alla serie un effetto nostalgico, quasi revival. Le buone doti recitative di quasi tutti i protagonisti, completano la quasi perfezione dell’intera serie.

Gli ascolti che facevano a volte impallidire per quanto fossero bassi,non hanno permesso di scoprire nuove sfaccettature della vicenda, e soprattutto non hanno permesso a noi telespettatori di scoprire come poteva proseguire la storia d’amore tra Megan e Will. L’ultimo episodio infatti è stato il  punto di rottura con tutta la vicenda fino ad ora raccontata, rovinando tutto il bel lavoro. Quel “to be continued” ha poi rovinato le mie false speranze, di un seguito che non ci è mai stato.

Privileged che fin dalla sua prima apparizione, ha sempre sofferto di carenza d’ascolti, qui in Itala grazie al passaparola  tra web e riviste del settore, ha avuto una discreta accoglienza. La serie infatti è stata trasmessa prima su Mya canale della piattaforma di Mediaset Premium e successivamente si Italia 1 e su LA5. Chiunque ha visto la serie fino alla fine, è rimasto come me con l’amaro in bocca.

“Qui giace Privileged, una serie graziosa e divertente che ha allietato le nostre serate. Ne danno il triste annuncio Cast e schiere di fans che in lacrime piangono la dipartita della loro serie preferita. Rimarrà per sempre nei nostri cuori” 

segui fanpage

segui Carlo Lanna

ALTRI DI Carlo Lanna

6 super eroi in un colpo solo

Nei meandri della serialità americana, ecco il sesto appuntamento con la rubrica Tv Revival
STORIE DEL GIORNO