Una "definizione ufficiale" e accademica di cloud computing non esiste. Ma allora come spiegare cos'è il cloud e dov'è il cloud?

Da tempo il termine "cloud" viene utilizzato come metafora di Internet, derivata dal disegno della nuvola utilizzato per rappresentare la rete telefonica e, in seguito, per simboleggiare Internet nei diagrammi delle reti di computer come astrazione dell'infrastruttura sottostante.

Oggi, proprio grazie ad Intenet, i software e i dati non devono necessariamente risiedere sul proprio PC per essere utuilizzati, ma possono essere ospitati sulla "rete" e, quindi, "on the cloud" permettendoci di lavorare e accedere ai nostri dati avendo solo una connessione Internet, e non dovendo essere per forza nel nostro ufficio o a casa nostra.

Questo scenario ci offre una serie immensa di vantaggi, di cui parleremo presto.

Ma oggi voglio condividere un breve video, fatto molto bene dalla Wolters Kluwer, che spiega in meno di 3 minuti cos'è il cloud computing:

SkyDrive, Flickr, Dropbox, Amazon EC2, Ubuntu One, Google, iCloud sono solo alcuni esempi di cloud computing che vengono utilizzati maggiormente dai consumatori privati in tutto il mondo.

Solo utilizzandoli si riesce a comprendere fino in fondo l'utilità e l'innovazione nel gestire i nostri dati. A capire come sarà il modo futuro di lavorare.

Aggiungi un commento!