Tennis, Toronto – Serena Williams insiste sul fatto che non è così facile come sembra. La super-donna, la più alta nelle classifiche mondiali, si è riconfermata ieri ancora una volta, vincendo la sua terza Rogers Cup 6-2, 6-0 sulla testa di serie romena Sorana Cirstea. Questo è il suo ottavo titolo WTA dell'anno e il 54° della sua strabiliante carriera. Durante tutto il torneo la statunitense non ha lasciato nemmeno un set per strada, perdendo solo 22 giochi, quasi la metà di quelli totali giocati contro la terza testa di serie Agnieszka Radwanska in una semifinale che si è dimostrata l’unica vera prova per la 32enne dall’inizio dei tornei in avvicinamento agli US Open.

Con l'assenza delle giocatrici della top 5, Maria Sharapova e Victoria Azarenka, e la precoce uscita della campionessa di Wimbledon Marion Bartoli, la Williams si è trovata ad affrontare davvero pochi ostacoli sul suo cammino verso il titolo. Nessun torneo è mai facile, soprattutto essendo nella posizione in cui mi trovo,” ha detto. “Il torneo inizia e tutti si aspettano che tu vinca. Ed il torneo corre tra match e conferenza stampa. Un sacco di pressione. Non è facile.”

La Williams giocherà questa settimana a Cincinnati ed in seguito si presenterà agli US Open da detentrice del titolo. Pur avendo perso solo una partita da Marzo, la clamorosa uscita anticipata a Wimbledon, ‘Serenona’ dice che può ancora migliorare. “Per me l’importante è migliorare costantemente e non dire mai ‘ho fatto grandi cose e posso ritenermi soddisfatta,'” ha detto. “Ho fatto qualcosa di grande (oggi), ma cosa posso fare di meglio? Cosa posso migliorare? Questo è quello che tendo a fare sempre. Quando ci si sente  soddisfatti il livello va giù.”

La sua sfidante, Sorana Cirstea, ha fatto la sua terzo apparizione in una finale WTA, cercando di aggiungere la Rogers Cup al suo unico titolo, quello a Tashkent nel 2008. Questo torneo si è rivelato un importante passo avanti per la romena che ha spodestato due ex n°1 (Jelena Jankovic e Caroline Wozniacki) prima di battere la campionessa in carica Petra Kvitova nei quarti di finale e la quarta testa di serie Li Na in semifinale: “Per me è stata una settimana molto positiva e ho intenzione di riprendere tutto ciò che di buono ho fatto nel prossimo torneo,” ha detto.

La Williams ha guadagnato $ 426,000 per la vittoria, mentre la Cirstea porta a casa 213 mila dollari, quasi la metà del suo premio in denaro conquistato finora in quest'anno. La 23enne è scoppiata in lacrime durante la premiazione: “Di solito sono abbastanza emotiva,” ha detto. “Certo, sono delusa perché volevo giocare meglio, quindi ho dei sentimenti contrastanti. Penso che anche se avessi vinto starei ancora piangendo.”