dal blog di
9:32

Prostitute riunite: raduno mondiale Sex Workers.

Il mestiere piu' antico del mondo, non risente della crisi, ma le professioniste del sesso, chiedono leggi adeguate, tutela e norme, al fine di poter lavorare con serenita' .

Prostitute riunite: raduno mondiale Sex Workers.

Il mestiere più antico del mondo, sembra non risentire della crisi, ma lamenta la necessità di  leggi e norme a tutela delle lavoratrici.
Si è da poco conclusa a Calcutta-India, precisamente il 26 luglio, la Sex Workers Feedom Festival, un incontro al vertice tra operatrici del sesso mercenario, per poter discutere di problemi, difficoltà, violazioni , diritti e doveri correlati a questa professione.
E’ una professione che, offerta di piacere momentaneo a parte, persevera nella sua esistenza e forse assolve ad “altro”, rispetto all’aspetto puramente genitalico.
La sessualità mercenaria, ha spesso caratterizzato momenti topici della vita di un uomo:
dalla famigerata ed ansiogena “prima volta”, spesso in dono al figlio appena maggiorenne, alla ricerca di consolazione tra braccia esperte e rassicuranti, come antidoto alla noia, alla solitudine, al dolore dell’anima, per nutrire curiosità orizzontali, mai sperimentate prima, per ovviare a difficoltà relazionali e sessuali e, soprattutto per vivere una sessualità ludica, senza complicanze emozionali e relazionali.
Inoltre in un momento storico, in cui le donne spaventano , caratterizzato da una “pandemia di deficit erettivi”, di pillole blu e di donne esigenti, aggressive e richiedenti, forse il ruolo sociale delle prostitute, va ben oltre il coito.
L’Italia è l’unico paese al mondo, dove il rapporto tra richiesta ed offerta, è sbilanciato e sperequato a favore della richiesta: settanta mila prostitute, contro nove milioni di clienti.
Tra le argomentazioni trattate, la più rilevante è l’assoluta mancanza di un “piano di prevenzione per l’AIDS”, le problematiche correlate al fisco, alle tasse, all’evasione fiscale ed alle normative, che dovrebbero tutelare e proteggere, una professione, che non solo non tende a diminuire ed estinguersi, ma cresce in funzione delle incessanti richieste.
Le professioniste del sesso a pagamento, chiedono una tassa sul loro lavoro, chiedono regole, norme e soprattutto tutela, desiderano mettersi in regola con il fisco, per evitare di pagare e tanto, chi in nome di una sedicente protezione, le sfrutta e non poco.
All’estero, invece la situazione prostituzione è completamente differente.
Vediamolo insieme:
Francia:
IL ministro delle pari opportunità francese, ha emanato una legge per eliminare la prostituzione, addirittura criminalizzando i clienti. La maggior parte delle dei francesi( 53%) non è d’accordo e le prostitute manifestano da settimane, nelle piazze di Parigi.
Grecia:
La polizia obbliga le prostitute arrestate a sottoporsi al test per l’HIV e, pubblica sul proprio sito l’esito degli esami, con annesso nome e cognome della donna, glissando totalmente sul concetto di privacy.
Spagna:
Le escort di lusso, partecipano al convegno, con una chiara polemica contro i banchieri di tutto il mondo. Si negheranno loro, fino a quando non migliorerà l’accesso al credito.
Regno Unito:
La polizia locale, ha impedito le normali attività lavorative, mediante perquisizioni delle abitazioni in funzione delle Olimpiadi,  e molte sex workers, hanno dovuto lavorare in strada, percependosi a serio rischio salute.
Norvegia:
Il “modello svedese”, in vigore dal 2009, punisce i clienti. In realtà questa misura anti-prostituzione ha ridotto il numero di clienti sani e perbene, a favore di un tipo di clientela, poco selezionata, con uomini aggressivi, parafi lici e chiaramente pericolosi.
Il numero di aggressioni, violenze e morti, è notevolmente aumentato.
Un ascolto più attento, empatico , caratterizzato dall’assenza di giudizio, forse sarebbe d’obbligo.

segui fanpage

segui Valeria Randone

ALTRI DI Valeria Randone
Le ferie sono alle porte. Come coniugare vacanza ed erotismo?

L'etere interviene per ricreare e facilitare il vecchio "buon vicinato" rete di buon vicinato, vediamo come. ..

La proposta di legge del senatore Razzi, invita le prostitute a pagare le tasse ed a regolamentare il mestiere più antico del mondo
STORIE DEL GIORNO