Iniziativa degna di nota quella promossa dal Comune di Ottaviano, nella persona dell’Assessore alla Parità di Genere, prof.ssa Marilina Perna, per celebrare la “Festa della Donna 2016”:  illustrare” l’importanza della prevenzione per il cancro alla mammella” in  un seminario tenuto dall’illustre Professore Eugenio Procaccini, Direttore della BREAST UNIT AOU-SUN della 2ªUniversità di Napoli.

Nell’aula magna dell’ISIS “L. De’ Medici” di Ottaviano alcune centinaia di donne, studentesse e docenti delle Scuole del territorio, responsabili di Enti e Associazioni locali, medici e professionisti, hanno avuto l’opportunità di assistere ad una lezione di altissimo valore sulla prevenzione della patologia tumorale al seno.

Il Prof. Procaccini ha illustrato all’assemblea, con profondità scientifica e linguaggio accessibile, la necessità che ognuno impari ad osservare il proprio corpo e, nello specifico, il seno femminile, senza escludere del tutto quello maschile, per individuare gli eventuali segnali di allarme in piccole modificazioni della forma, escoriazioni o gocciolamenti che dovrebbero sollecitare una più accurata visita medica specialistica. L’età sempre più precoce di insorgenza di patologie e la familiarità con soggetti ammalati, dice il Professore, non devono spaventare, bensì incoraggiare la prevenzione, dal momento che le attuali tecniche di indagine consentono di rintracciare cellule maligne anche molto piccole. “Il tumore al seno è una realtà, ma si può curare, soprattutto quando gli interventi sono tempestivi”, sostiene con forza il Luminare, sulla scorta della sua consolidata esperienza professionale. Nelle parole del Prof. Procaccini ci sono i segni luminosi di una profonda sensibilità verso la donna e di una particolare attenzione alla preservazione, nei limiti consentiti dal tipo di intervento, del seno, fonte privilegiata di femminilità.

In apertura l’assessore, prof.ssa Marilina Perna, ha ricordato, con il tono commosso della partecipazione intellettiva e emotiva, la dura battaglia che le donne hanno combattuto e ancora combattono, in ogni parte del mondo, per affermare l’importanza del loro ruolo in ogni attività e a ogni livello del sistema istituzionale, politico, economico e sociale: il pubblico ha “sentito” con immediatezza che le parole dell’ Assessore non erano retorica di circostanza, ma nascevano da una passione sincera e profonda. Riferendosi alla piaga dei tumori come “male del nostro tempo”, l’Assessore ha smentito qualche opinione corrente,  ripercorrendo la storia degli studi sulla malattia, da quelli condotti dalla  Fondazione “ Richard Nixon” fino alla prima individuazione del “morbo” nei papiri egiziani e nelle “sentenze” del padre della medicina, Ippocrate: il cancro al seno, ha detto l’Assessore, non è colpa diretta del  nostro tempo: ma il nostro tempo ha la responsabilità di condurre contro la patologia la battaglia finale per conseguire una vittoria che l’impegno degli studiosi illuminati, come il prof. Procaccini, consente di ritenere non lontana.

Nelle sale attigue all’Aula-conferenze, medici specialisti dell’equipe del Prof. Procaccini effettuavano visite gratuite alle donne, a testimonianza di un impegno professionale e sociale concreto, fattivo, a sostegno e a tutela del diritto alla salute, a difesa delle donne dal male più insidioso e lesivo della loro dignità femminile.

Vittoria Criscione