Obesity And Fast Food In America

Nel precedente articolo “La chemioterapia può rafforzare il cancro!” abbiamo sottolineato l’importanza della prevenzione. Cerchiamo quindi di indicare alcune indagini diagnostiche e comportamenti quotidiani che possano aiutarci a prevenire questa malattia, tenendo conto delle raccomandazioni dello stesso Fred Hutchinson Cancer Research Center e della Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Esami per la donna:
pap-test, preferibilmente annuale e test per HPV;
mammografia, da eseguire dopo i 40 anni ogni 18 mesi o, nelle donne a rischio, ogni anno;
vaccinazione contro l’HPV, aderendo ai programmi vaccinali gratuiti in età scolare e fino a 25 anni.

Esami per l’uomo:
visita rettale della prostata e dosaggio del PSA;

Esami sia per l’uomo che per la donna:
a 50 anni tutti dovrebbero sottoporsi ad una colonscopia (prima dei 50 anni se vi è un aumentato rischio). Nei soggetti non a rischio dovrebbe essere eseguita una colonscopia ogni 10 anni;

tutti dovrebbero eseguire un esame della pelle ogni anno dal proprio medico, le persone ad alto rischio dovrebbero eseguire una vista annuale dal dermatologo;
le persone a rischio per melanoma o altri tumori della pelle dovrebbero autoesaminarsi ogni mese.

Comportamenti e stili di vita:

  • non fumare: il fumo aumenta il rischio di tumori broncopolmonari, del colon, della vescica;
  • bere alcolici moderatamente: non più di 2 drink al giorno per l’uomo e 1 per la donna. L’alcol aumenta il rischio di tumore della mammella, dell’esofago, del colon, del pancreas, oltre ad aumentare il rischio cardiovascolare;
  • proteggere la pelle dal sole: l’uso di creme protettive per esposizioni prolungate nelle ore di maggior irradiazione solare (dalle 10 alle 16) può ridurre il rischio di tumori della pelle;
  • attività fisica: fare esercizio fisico 3-4 ore a settimana (camminare veloce, andare in bicicletta, ballare o fare qualsiasi altro esercizio che faccia aumentare la frequenza cardiaca) riduce il rischio dal 30 al 50% di alcuni tumori (mammella, colon, endometrio e polmone);
  • controllo del peso: le persone obese hanno un rischio aumentato di sviluppare tumori del colon, mammella, pancreas, fegato, reni, leucemie e linfomi. E’ importante mantenere il proprio BMI (indice di massa corporea) inferiore a 25;
  • dieta equilibrata: una dieta ricca in frutta e verdura (dieta mediterranea) riduce il rischio di cancro al colon; ridurre il consumo di carne rossa o cibi ad alto contenuto calorico;
  • evitare l’esposizione ad agenti cancerogeni noti (comprese le radiazioni ionizzanti).

Questi sono alcuni consigli utili a prevenire il cancro. Su alcuni fattori di rischio non modificabili (età, sesso, familiarità, patrimonio genetico) non possiamo purtroppo intervenire, ma su altri fattori modificabili (comportamenti e stili di vita) possiamo farlo!

Aggiungi un commento!