in foto: movimento polis giugliano

Giugliano è una strana situazione. Giugliano sta per andare al voto ma nessuno sa niente eppure i comitati elettorali nascono come funghi. Frequento la politica da quando avevo 13 anni, mi è sempre piaciuta, e oggi, a pochi giorni dalle elezioni, io conosco più candidati alla Regione che candidati al comune di Giugliano. Questo vi deve far capire di come si facciano le liste. Nessuno, o quasi, dei giovani candidati, prima si era interessato alla cosa pubblica. E' uno schifo.
Spesso brancolavo nel buio con Ciro Priore, Francesco Cacciapuoti, Luigi Fonderico, Francesco Gaudiello e Luigi Porcelli (nessuno dei quali candidatesi), tutti mò se ne sono usciti.

Quello che sto scrivendo non va inteso come articolo. Non ci saranno notizie (dichiarazioni pubbliche sì), va inteso come suggerimento, come apertura. E' un post in un blog, semplicemente.

Giugliano era compatta fino a poche settimane fa, il PD era strafavorito, unito in coro con Antonio Poziello che aveva vinto le primarie, le seconde consecutive visto che le prime le aveva vinte 2 anni fa, poi ci fu il commissariamento del comune per infiltrazioni camorristiche e tutto si concluse con un nulla di fatto. Poziello ha quindi vinto 2 tornate elettorali, a 2 anni di distanza, una fiducia assoluta che i cittadini ripongono in lui. Poi è successo un putiferio, perché la vittoria non è accettata. A suon di comunicati stampa e manovre politiche Giovanna Palma, deputato della camera nelle liste del PD e persona molto vicina a Giosi Ferrandino, noto più per le sue vicende legali che per la buona politica fatta ad Ischia, riesce a troncare la marcia di Poziello. Poziello non ci sta, crea un insieme di liste civiche che abbraccia la stragrande maggioranza dei cittadini e decide di proseguire la sua marcia per diventare primo cittadino. Ancora comunicati, si parla di "taxi". Risponde in maniera perfetta un candidato al consiglio, Francesco Carlea: "Quando un canditato alle primarie PD ,vince le primarie e non vengono rispettate dal partito e se questo stesso soggetto riunisce intorno alla sua persona un gruppo di liste civiche ,e forse riuscira a vincere le elezioni vuol dire che il taxi era di sua proprietà comprato dai cittadini che lo vogliono sindaco vuol dire che il taxi gli era stato rubato ed i cittadini glielo hanno restituito". 

Questa è però solo un'enorme parentesi. Stiamo qui per parlare di altro, torniamo al punto focale: cosa mi è successo. Con i ragazzi sopracitati avevamo fondato i Giovani Democratici a Giugliano. Eravamo spensierati e felici, poi, di colpo, il partito ci è stato rubato, letteralmente, con l'acquisto delle tessere da parte di persone poco interessate alla politica che difatti non si sono mai viste. Il segretario, Antonio Pirozzi, è ormai al suo secondo anno di carica, ma sembra passata una vita. Di iniziative reali ne sono state fatte pochissime, di comunicati tanti. "Parole parole parole" cantava Mina. Oggi è stato scritto un comunicato in cui si parla di legalità, a nome dei GD Giugliano, quei GD che non sono reali, che sono semplicemente un regalo dei signori oscuri che tramite il tesseramento hanno acquistato il partito. Niente di nuovo all'orizzonte purtroppo. C'è un errore grave nel suddetto comunicato, si parla di "Preadesioni" e di tanti giovani giuglianesi interessati. Sulla questione il segretario dei GD Napoli, Marco Sarracino, lascia pochi dubbi: "Posso limitarmi a commentare questo: "cosa sono le preadesioni? Un'altra singolare trovata dei GD Giugliano?". Tante singolari trovate dei GD Giugliano, poche corrette.

Allora io sono andato via da tutto questo pantano. I GD Giugliano per me sono morti nel febbraio 2014, dopo aver lasciato tutte le cariche. Mi sono unito al Movimento Polis, nato con tanti ragazzi di Giugliano, che fanno della politica per fare politica, non per ottenere dei voti, tant'è che il Movimento non si è candidato alle elezioni, è semplicemente una espressione cittadina. Le iniziative però non mancano. Iniziative culturali, con le presentazioni dei libri, tante petizioni, tante idee. Il 21 Maggio si terrà un evento alla Villa Comunale di Giugliano: Polis è riuscita a riunire sotto un'unico tetto, quello celeste della città di Basile, tutti i candidati sindaco al comune di Giugliano. La richiesta è stata una sola "LEGALITA'", una legalità urlata, perché oggi ce n'è bisogno e  perché troppo spesso viene abusata in questi tempi bui di campagne elettorali.