Gli uomini di successo non hanno mai dubitato di una cosa, che il loro sogno si sarebbe realizzato. Non hanno mai vacillato su chi potessero diventare un giorno, trovando il coraggio di assumersi le conseguenze dei rischi, di fare enormi sacrifici, di rinunce importanti. Oggi vi parlerò di una storia di un uomo che è riuscito da solo, a realizzare un franchising, esportandolo in diverse regioni italiane.

Lui è Giuseppe Leodato, di Caivano, provincia di Napoli, classe' 85. Un ragazzo cresciuto in fretta, lavorando sodo sin dai primi anni ed è oggi un uomo con una moglie, un bambino e una piccola in arrivo. A soli 31 anni, il suo sogno si è già realizzato. Vediamo come…

Giuseppe, quando hai iniziato a pensare al tuo sogno, quello di realizzare una rete capillare di franchising?

"Dal 2006, dopo un'esperienza con Poste Italiane Spa, mi sono appassionato al mondo dei servizi e ho aperto il primo store. Nel 2013 ho creato il marchio Globo Express. Lo store Globo Express è un centro servizi “vicino alle persone”, con prodotti da offrire alle aziende, e-commerce, spedizioni, money transfer, imballaggio, pagamento utenze. Tutto a portata di mano. Il sistema Globo Express aumenta l'efficienza delle piccole aziende e aiuta i privati a risparmiare tempo e “grattacapi”.

Ho rodato la formula commerciale, e ho lanciato il franchising ad ottobre 2015. L' ho presentato al Salone del Franchising di Milano riscuotendo molto successo con l'apertura di due store in Lombardia. Contestualmente ho partecipato al bando “Fare Impresa in Franchising in Lombardia" tra più di 100 marchi ne sono stati selezionati solo cinque, tra cui il mio. Ed è stata una bella soddisfazione".

Com'è nata la collaborazione con i tuoi soci?

"Per concretizzare il mio progetto, mi sono reso conto che avevo bisogno di alcune figure per aree specifiche, ho coinvolto subito Pietro Natale che si occupa di I.T., Domenico Pezzotti, contabile, che si è dedicato all'aspetto finanziario e amministrativo, inoltre Enrico Ponticelli, per strutturare l'immagine aziendale.
Poi ho reclutato il responsabile delle risorse umane, Eugenio Rurgo e ho inserito nel team il dott. Pasquale Licito, che segue gli aspetti fiscali e offre consulenza finanziaria agli affiliati . Così è nata una squadra di sei persone, che funziona come una vera famiglia".

Un' attività che è partita ed è rimasta ancora a Caivano, come mai?

"Ho cercato di costruirmi un'attività da solo, partendo dal nulla, ma ho deciso di lasciare la sede storica a Caivano per un valore affettivo. Questo paese non mi ha mai regalato nulla, è un territorio difficile per l'occupazione. Ci sono pochi stimoli atti a sviluppare una micro-imprenditoria giovanile, ma non è impossibile. L'utenza è sopratutto locale, manteniamo infatti, per agevolare i clienti, i prezzi di mercato".

Che rapporto stabilisci con i tuoi affiliati?

"Tutti gli aspiranti affiliati che intendono far parte del nostro network possono sentirsi rassicurati da un'idea cardine: con Globo Express non avranno un rapporto di subordinazione, ma di collaborazione.Quando avranno bisogno di trovare soluzioni a qualsiasi problema, saranno assistiti direttamente da persone, non dovranno chiamare call center, numeri verdi, FAQ, niente di tutto questo. Siamo costantemente in video-conferenza, svolgiamo corsi di aggiornamento, giornate di approfondimento, siamo aperti ad ogni soluzione valida per migliorare il format. Ciascun affiliato può partecipare al brain-storming di idee in fermento".

La parola chiave è?

"Condivisione. Non mi piace essere considerato come un “dittatore”, non esiste. Nella nostra impresa non c'è una sovrapposizione dei ruoli, ognuno svolge il proprio con professionalità e partecipazione".

Quali saranno i vostri prossimi obiettivi?

"Oggi, abbiamo sedi, oltre che a Caivano, a Lissone, Monza, Afragola, Frattamaggiore e presto a Caserta. Abbiamo intenzione di estenderci su tutto il territorio nazionale, per poi arrivare anche all'estero. Ad ottobre saremo nuovamente al Salone del Franchising che si tiene a Milano per continuare a promuovere il nostro format".

Qual è il messaggio che vorresti dare ai giovani che ti leggono?

"Il messaggio da dare ai giovani… (sorride! n.d.r.) di non aver alcun timore, se vengono con noi saranno portati per mano, non dovranno aver paura di perdere".

C'è qualche aforisma che hai fatto tuo?

"Ho fatto miei due aforismi di Albert Einstein: “Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettarsi risultati diversi” e “Solo quelli che sono così folli da pensare di cambiare il mondo, lo cambiano davvero”.

E tu come ti senti?

"Io mi sento un folle perché ho scommesso sulla mia vita, tenendo a mente che per raggiungere dei risultati bisogna fare mille tentativi, mai mollare, solo in questo modo si raggiungono gli obiettivi. L'errore può essere costruttivo, migliora l'uomo. Ho sempre cercato di imparare dai miei sbagli".

Qual è il tuo nuovo sogno, Giuseppe?

"Il mio sogno è un mondo che non possa fare a meno di Globo Express. Mi piace sognare in grande, come ben sai, all'uomo puoi togliere tutto tranne che i sogni. Io sogno quando dormo, quando sono sveglio cerco di realizzare i miei obiettivi pur sapendo che costa molto. Ho sacrificato moltissime cose della mia vita. Ma oggi, per fortuna, ho più tempo libero. Prima no, lavoravo notte e giorno. Senza sosta.
Adesso le mie ferie le devo ai miei figli".

Parlando con Pasquale Licito, scopriamo che…

“Come leader, Giuseppe è democratico, ha la giusta autorità, ma ha molto rispetto per le competenze altrui. Permette a tutti di avere un proprio spazio, creando le condizioni per lavorare serenamente guidandoci nel raggiungimento dei nostri obiettivi".

Giuseppe non ha assunto, ha deciso di far entrare delle persone nella sua società. Poteva delegare i compiti, invece ha deciso di coinvolgere i soci. Molto generoso, da parte sua.

Pasquale Licito

Ho chiesto inoltre a Domenico Pezzotti, cosa vuol dire mettersi in gioco…

“Avendo sempre lavorato come dipendente, l'ambiente di riferimento era stabile, ma statico. Grazie a Globo Express ho avuto modo di ampliare le mie competenze e relazionarmi con persone sempre diverse. Questo mi ha stimolato a cercare nuove soluzioni, imparando nuove pratiche.

Facciamo da orientamento ai giovani imprenditori, li “istruiamo” nel fare business. Parliamo con l'affiliato e lo prendiamo per mano, lo consigliamo, gli diamo la possibilità di accedere ad eventuali finanziamenti. Tutti coloro che sono interessati, potranno contattarci tramite un form presente sul sito www.globoexpress.it , sulla pagina ufficiale di Facebook Globo Express o telefonicamente”.