Quest’anno, in una splendida cornice offerta dal maestoso palazzetto dello sport PALASELE di Eboli, si è svolto il 7° Campionato del Mondo di Pankration Athlima, antico sport da combattimento che faceva parte dell’atletica pesante di origine greca antica, che consiste in un misto di lotta corpo a corpo, pugilato, calci, pugni e tecniche di sottomissione, sport che anticamente veniva praticato dai Gladiatori nelle arene da combattimento.

Nel moderno, il PANGRATION consta in ben sette stili, il PALESMATA (forma di combattimento figurato tra due atleti che si affrontano a mani nude), il POLIDAMAS (forma di combattimento figurato tra un atleta contra tre armati di coltello, spada e lancia), ATHLIMA (combattimento reale a contatto leggero e controllato), AGON (combattimento reale a contatto pieno con uso di divisa Endima), PLERIS MMA (combattimento reale a contatto pieno senza Endima), KATO (forma di combattimento reale corpo a corpo, con tecniche di proiezione e di sottomissione), PIX LAX (forma di combattimento reale a distanza con tecniche di calci e pugni).

La regia dell’evento è stata mestosamente curata dal tecnico della nazionale, nonché membro della WPAF (World Pangration Athlima Federation), maestro Pietro AMENDOLA e da tutto lo staff  della Federazione Italiana PANKRATION (FIPK), che ha visto impegnate a partecipare ben 50 nazioni con oltre 1200 atleti partecipanti.

Anche quest’anno tra gli atleti che hanno rappresentato l’Italia vi erano ben otto sportivi della ASD IMPERIAL EAGLES Club di San Gennarello di Ottaviano, atleti che si sono guadagnati il posto in nazionale imponendosi nelle rispettive categorie nel CAMPIONATO ITALIANO che si è svolto nel mese di Aprile 2016.

Estenuanti sono stati gli allenamenti a cui sono stati sottoposti gli atleti della compagine vesuviana, sia dal Maestro DI LAORA Gennaro all’interno del proprio Dojo, che dallo stesso Maestro Pietro AMENDOLA nel corso dei numerosi allenamenti collegiali che si sono svolti nel corso dell’anno.

Ma le fatiche sono state ben ripagate, atteso che si sono imposti in tutti gli stili ottenendo nel complesso ben 36 medaglie e ben 5 titoli Mondiali.

Infatti si sono aggiudicati il titolo di campione del mondo:

DI LAORA Cecilia Cristina (categoria Giovani + 52 Kg), MANELLI Giovanni (categoria Giovanni -66 kg), ANNUNZIATA Saverio (categoria Cadetti -60 kg), GIORDANO Vittorio (categoria Cadetti -72 kg), SOVIERO Luciana (categoria Over 35 – 57 kg)

Si aggiudicano il titolo di Vice campione del Mondo SORVOLANTE Antonio (categoria Seniores -60 Kg) e AMBROSIO Raffaele (nella categoria Palesmata e Polidamas maschile e mix Under 20) mentre un bronzo per AURICCHIO Giuseppe Pio (categoria Cadetti – 60 kg).

Ottime sono state le prestazioni degli atleti Ottavianesi, che si sono messi alle spalle atleti fortissimi provenienti dalla Grecia, dove il Pankration è lo sport nazionale, atleti Russi, Statunitensi e Rumeni.

Molto soddisfatto si dice il Maestro Gennaro DI LAORA, che solo a competizione finita si complimenta con i suoi e dimostra la sua contentezza per l’atteggiamento competitivo che hanno avuto tutti i suoi Pancreatasti, e per il ritrovato AMBROSIO Raffaele, che usciva da un brutto infortunio che lo costringeva ad un periodo forzato di fermo, ma anche per la tenacia dimostrata da SOVIERO Luciana, che all’età di 44 anni ha scelto di mettersi in gioco e imporsi nella classe veterani.

Alcuni dei citati atleti, AMBROSIO (campione europeo in carica), ANNUNZIATA E GIRDANO si erano già imposti nel Campionato Europeo che si svolse appena un anno fa in Romania.

L’ASD IMPERIAL EAGLES Club, è una società sportiva che opera sul territorio Vesuviano, già da circa otto anni e annovera tra i suoi atleti titoli Italiani e internazionali sia nel Pankration che nel Judo.

Il maestro Gennaro DI LAORA ci tiene a ringraziare il sindaco e l’assessore SAVIANO del comune di Ottaviano, nonché l’amico Lele SAGGESE, che grazie al loro impegno morale, gli consentono di poter diffondere nelle comunità ottavianese i sani principi a cui si rifanno tutti gli sport da combattimento, che contrariamente a quanto possa apparire, si fondano principalmente sul rispetto dell’avversario e delle regole.

Lo stesso inoltre aggiunge, che i risultati ottenuti sono sicuramente un traguardo importante, ma sono comunque da considerare un punto di partenza, chiedendo ai suoi atleti di continuare con impegno e tenacia, ricominciando sin da subito a lavorare. Infatti già sabato e domenica 19 e 20 Novembre, alcuni atleti sono impegnati nel Gran Prix di Judo, che vede partecipare Judoca provenienti da tutto lo stivale e gareggiare per ottenere punti nelle “ranking list” nazionali di categoria.