in foto: Printable Calendar

Accoglienza, integrazione e sensibilizzazione. È questo l’obiettivo del calendario 2016 promosso dall’associazione “Homo Diogene” impegnata nell’accoglienza dei migranti richiedenti asilo politico nelle regioni della Campania, con i centri di Giugliano, Quarto, Santa Maria Capua Vetere e della Regione Toscana, nel comune di Campiglia Marittima.

One world – one race. Stop racism”, questo è il nome scelto per il calendario realizzato che sarà disponibile anche on line. Il progetto nasce da un’idea di Michela Belli, una delle responsabili del centro di accoglienza in Toscana e le illustrazioni sono state realizzate dall’artista partenopea Natascha Wanvestraut, composto da sei illustrazioni più la copertina. L’iniziativa è stata lodata dalle istituzioni, dalla Prefettura di Napoli a quella di Livorno, fino al comune di Campiglia. Il calendario sarà disponibile a partire dal periodo natalizio con un’offerta libera.

Il 50% del ricavato sarà donato all’organizzazione internazionale “Save The Children”. L’associazione si impegna comunque a donare un importo minimo di 2.000 euro qualunque sia la somma delle offerte pervenute. Il calendario è interamente disegnato a mano e rappresenta, in uno stile fumettistico destinato all’infanzia, l’uguaglianza di ogni bambino al di la della sua razza e del suo colore.

«Il progetto nasce dall’idea di sensibilizzare sul tema del razzismo e dell’uguaglianza dei popoli – si legge da una nota dell’associazione Homo Diogene – L’integrazione deve nascere proprio nella scuola, dai bambini, che fin dall’inizio devono essere indirizzati alla cultura dell’uguaglianza, dell’accettazione del diverso e dell’interculturalità».

Il progetto si va ad aggiungere alle tante attività di integrazione che l’associazione “Homo Diogene” già compie da circa un anno in favore dei richiedenti asilo politico.