Medin è una raccolta di storie il cui filo conduttore è il Mediterraneo, la sua civiltà di mare, isole e porti ma anche scrittura e memoria, che si snodano tra le righe di una sorta di diario di viaggio in cui si fondono letteratura, storia, mémoire de voyage e reportage. La vivacità della scrittura condita con il trasporto dell’esplorazione, tratteggiano un lungo viaggio da Napoli a Tangeri, passando per Barcellona, Istanbul e Gerusalemme. Così prendono vita ricordi, descrizioni, storie e leggende di luoghi e di uomini, quali il grande scrittore israeliano Amos Oz, tra le mura sacre di Gerusalemme; il giornalista di Haaretz Gideon Levy, nella caotica Tel Aviv; la coraggiosa blogger della rivoluzione tunisina Lina Ben Mhenni; ma anche grandi esempi di coraggio come la storia sconosciuta del fotografo catalano resistente Francisco Boix i Campo o del fruttivendolo-eroe Mohammed Bouazizi, che con il suo gesto ha dato il via alle rivolte nel mondo arabo; storie di esilio, di origine e di resistenza come quelle delle giornalista turca Füsun Erdogan o del maestro Rami Balawi, che a Gaza continua ad insegnare storia, nonostante i bombardamenti. In una bellissima edizione con foto a colori scattate durante viaggi e reportages, il libro è disponibile sul sito della casa editrice Rogiosi