in foto: Entrata nel vascone della Basilica di Santa Maria degli Angeli ad Assisi del mio gruppo (Salerno–Basilicata)

Quando ho deciso di prendere parte alla 33^ Marcia Francescana, sapevo ben poco di quello che mi sarebbe successo e di cosa si trattava la marcia. Nonostante tutti questi dubbi sono partito il 25 Luglio per la volta di Campigliano (frazione di San Cipriano Picentino) con un bagaglio molto pesante e con tanta voglia di mettermi in gioco; quando sono ripartito da Assisi il 4 Agosto, ho capito di cosa si trattava la Marcia e quali sono le emozioni che ha suscitato in me.

Io credo che la Marcia Francescana sia una doppia esperienza, da un lato c'è il cammino umano e dall'altro c'è quello spirituale. Per quanto riguarda la prima categoria è un'esperienza molto importante per diversi motivi. Il primo è che si esce dalla routine quotidiana programmata per inserirti in un contesto in cui si vive alla giornata. Il secondo riguarda l'importanza dell'essenzialità che si riscopre nella marcia; dato che la tua valigia è rappresentata da uno zaino che dovrai trasportare durante il cammino sei costretto a portarti giusto l'essenziale, vivere per 10 giorni senza quello che lasci a casa ti fa capire dell'inutilità di alcune cose. Il terzo motivo è la convivenza con altre persone, tale esperienza è interessante sia per il rispetto forzoso che devi avere per i tuoi conviventi, sia per l'importanza delle storie che ogni persona si porta con sè nella marcia, storie che ti fanno crescere ed arricchire. Il quarto motivo riguarda alla meditazione individuale, per scavare dentro di te è meglio camminare sotto il sole che non stare con un cocktail in mano dentro una discoteca con 3mila persone. Infine la motivazione più importante è legata al credere nelle proprie capacità, prima di questa esperienza non avrei scommesso un euro sulla mia resistenza fisica.

L'altra faccia della medaglia riguarda il cammino spirituale. Di certo questa è una cosa molto individuale e che cambia di persona in persona, ma una cosa è certa fai più km con il tuo cuore che con i tuoi piedi.

Per maggiori informazioni sulla marcia consultare il sito:
http://www.marciafrancescana.it/index.php?lang=it