dal blog di
15:25

La posizione della donna moderna: tra apparenza e semplicità

In una società dominata dall'eccessiva esteriorizzazione di sé, c'è anche chi preferisce farsi valere per altre doti, meno apparenti ma ugualmente forti!

Sin dalla loro creazione tutti gli esseri viventi, nell’interazione con i propri simili, ricevono una prima impressione di coloro che hanno di fronte dalla loro esteticità, in parole povere: dall’aspetto fisico. Tuttavia non esiste alcun animale che sopravvaluti quest’aspetto così tanto al pari dell’uomo, tant’è vero che ai giorni nostri proprio la bellezza e la sinuosità delle forme delle donne in molti casi sono degli ottimi aiuti per l’ingresso nel mondo del lavoro. E non sto parlando soltanto in ambito televisivo, come ad esempio, nei classici programmi dal contenuto assolutamente mediocre, in cui l’unico ruolo rilevante è quello della semi-nudità di bellissime ragazze “depositate” lì proprio per attirare l’attenzione del pubblico maschile. Mi riferisco soprattutto alla vita reale, nella quale giovani segretarie o commesse o altre lavoratrici vengono scelte dal datore di lavoro solo per la taglia del reggiseno o alla loro particolare disponibilità.

La posizione della donna moderna: tra apparenza e semplicità.

Ci troviamo così in una società in cui persino in ambito lavorativo talvolta si preferisce giudicare la presenza fisica di una donna anziché il cervello, i titoli di studio e le reali capacità (ossia quelli che dovrebbero essere i fondamentali requisiti lavorativi). Perciò da troppo tempo sentiamo attraverso i mass media di ex showgirl e modelle da calendario che diventano ministri, di ex porno-attrici che si candidano a sindaci… pur non volendo togliere nulla al loro mestiere trascorso, non si può certo dire che sia stata la politica il loro pane quotidiano!

Ma tralasciando questi fatti sentiti e risentiti, di chi è la colpa di quest’eccessiva considerazione dell’aspetto fisico femminile ai giorni nostri? Dell’uomo, che ancora nel 2012 detiene il monopolio di quasi tutte le attività, riducendo a vero e proprio burattino la donna, piegandola a tutti i suoi voleri; oppure della donna stessa, essendo lei a permettere questa specie di schiavizzazione del corpo, alla quale potrebbe benissimo opporsi, ma non lo fa in quanto preferisce questa sua “comoda” posizione?

Fatto sta che nella vita reale esistono anche tante donne bellissime che, nella consapevolezza o non del proprio corpo, preferiscono non sbandierarlo ai quattro venti, non farsi notare se non unicamente per la loro intelligenza, e magari finire col perdere qualche occasione che l’aspetto fisico stesso avrebbe garantito loro, come magari preferire la posizione, anche se non tanto rosea, di insegnante precaria, a quella delle ipersorridenti e spiritosissime professoresse dell’“Eredità”.

Esempi di premiazione alla bravura e bontà d’animo delle donne rispetto alla bellezza dell’aspetto fisico al giorno d’oggi sono pochi, ma non inesistenti. Potrei citare in ambito televisivo il telefilm “Ugly Betty”, in cui la cui protagonista è una ragazza per niente attraente ma con una grande intelligenza che viene assunta come segretaria da un capo donnaiolo. Questo telefilm in America e non solo ha riscosso decisamente maggiore successo rispetto alla serie televisiva “Gossip Girl”, in cui al contrario l’ossessione per le forme e per l’aspetto fisico regnano sovrane (guardandolo persino la donna più sicura di sé inizierebbe a farsi i complessi!). E che dire della simpaticissima Geppi Cucciari, che se a Sanremo non avrà fatto scalpore come l’abbigliamento di Belen Rodriguez, ha comunque attirato attenzione e tantissimi consensi per comicità e bravura, doti ben più ammirevoli, che hanno portato migliaia di utenti a variegate ricerche sul web di foto e video osè della showgirl. Che il pubblico e la gente in generale si inizi a stufare di bellissimi ma vuoti involucri,e inizi a guardare con ammirazione anche ricche teste? Sperando che il mondo cambi seguendo questa direzione…

segui fanpage

segui Annarita Bellosguardo

ALTRI DI Annarita Bellosguardo
Basta corsa agli acquisti frenetici durante i periodi dei saldi, oggi è possibile avere capi nuovi al costo di zero Euro!

Preferire i sacrifici che ci impone il dietologo o semplicemente fare più attività fisica?

L'attrice britannica che utilizzò come armi vincenti charme e i suoi occhi dolci continua a avere successo presso il pubblico di tutte le età.
STORIE DEL GIORNO