È on line il blogLa forza delle donnedi Lara Comi, l'europarlamentare di Forza Italia, vice presidente del Gruppo del Partito Popolare Europeo a Strasburgo, eletta nel 2014 per la sua seconda legislatura con 84 mila preferenze. Il topic privilegiato sarà lo stalking, tema tanto caro agli italiani, insieme al femminicidio, che ormai continua a mietere vittime senza tregua e che solo recentemente, grazie alla legge Carfagna, probabilmente sta snellendo il processo delle pratiche giudiziarie.
Lara Comi ha deciso di metterci la faccia per denunciare un fenomeno di cui lei stessa ne è vittima

“Le donne sono stanche di fare tante denunce, e quando si rivolgono alle forze dell'ordine sono già ad uno stato di iper-vigilanza. Dopo aver sporto denuncia, devono vivere a lungo nell'incubo di essere perseguitate, prima di una vera azione cautelativa nei loro riguardi. L'arresto scatta quando uno stalker ha già dilaniato la sua vittima, ovvero quando è troppo tardi. Dobbiamo velocizzare il processo difensivo”.

Continua ad esprimere il suo dolore, l'europarlamentare

Sono mesi che mi perseguita e nonostante le denunce lui crede che un giorno sarò sua, a volte temo di trovarlo ovunque. Lo scopo di questo blog è di riuscire a dare un supporto tecnico-giuridico e morale alle donne che vivono o hanno vissuto l'incubo di essere perseguitate da uno stalker. Tutte possono scrivermi e raccontarmi la loro esperienza”.

Palando con la Comi, ho ritrovato le parole di una donna, non certo di una persona che si rapporta alla stampa indossando la sua “veste politica”.
Abbiamo discusso insieme circa la strada da intraprendere per velocizzare le pratiche burocratiche e rendere efficiente la legge Carfagna che tratta proprio la violenza sulle donne.

Mi piacerebbe avere lettere da donne che come me sanno cosa vuol dire combattere ogni giorno contro l'ignoto…

Lara Comi

Il popolo del web ama criticare ogni azione mediatica di qualsiasi personaggio politico, è un assioma ormai, ma non mostrare la solidarietà nei confronti di una donna, è da vigliacchi. Solo chi ha vissuto sulla propria pelle il fenomeno dello stalking può comprendere il terrore e i sintomi da disturbo post traumatico da stress che appaiono quando meno ce li si aspetta. Per questo motivo, le donne dovrebbero imparare ad essere solidali tra loro, evitando di criticarsi a vicenda, riscoprire il valore della “sorellanza”, parafrasando il filosofo Albert Camus.

Questa è una battaglia che da giornalista e sociologa cerco di mettere in atto da anni, ma a quanto pare è sempre difficile dover mettere da parte una competizione femminile auto-esclusiva, per una sfida liberale e partecipativa. Ciò emerge anche dalle parole dell' europarlamentare

“Sembra strano, ma ho ricevuto più comprensione e sostegno da uomini che non da donne. Le prime forme di solidarietà sono arrivate proprio da Mara Carfagna che ha accolto le mie richieste per velocizzare i processi legislativi. Spesso una donna quando arriva a denunciare è perché è ormai agli estremi. Ringrazio le belle parole di solidarietà che mi sono arrivate da tante persone a me vicine. Per quanti volessero dare il proprio contributo, è possibile scrivere a forzadelledonne@gmail.com”.