in foto: "Paper Play”, la mostra di Jacopo Tomassini

Il 12 Novembre sarà inaugurata presso l’Ostello di Magliano Sabina l'esposizione artistica di Jacopo Tomassini, dal titolo "Paper Play”, a cura di Chiara Palozza, una riflessione sul genere dello still life, la natura morta nella sua classicità. Un percorso dal forte accento critico e politico, un’esortazione a riflettere sull'ambiguità delle immagini, su ciò che svelano e nascondono della società attuale. Fondali di cartoncino monocromi, sono utilizzati quasi come fossero larghe campiture di pittura e colore, oggetti e ritagli di carta si sovrappongono e si assemblano fra le più varie forme di immagini pubblicitarie. Così si assiste ad un processo di trasformazione dei materiali. Sarà presente anche il mezzo fotografico, non per documentare la realtà, bensì come profonda e personale rappresentazione della stessa.

Un equilibrio delicato come un castello di sabbia.

Protagoniste dieci immagini, su ognuna delle quali trapela il delicato e impercettibile tocco dell’artista, che si snoda in una piega, in un’ombra, costruendo un leggero equilibro, come nel metter sù un castello di carte. Lo still life coglie così la costruzione, la composizione e la creazione di un manufatto artistico, e al tempo stesso offre una traccia di una performance estemporanea.

La fotografia, parte sostanziale del gioco di astrazione.

tomassini 1

Jacopo Tomassini spiega

L’aspetto che reputo più importante del mio lavoro – e di questa serie in particolare – è infatti il carattere istintuale e ludico del processo creativo. Ed è proprio l’utilizzo, in questo fare artistico per nulla razionale e programmatico, del mezzo fotografico – anch’esso parte sostanziale del gioco di astrazione – che mette in crisi l’idea, ormai superata, della fotografia quale mera registrazione del reale.

I piccoli set, costruiti con pochi elementi, trasmettono un effetto di meraviglia e riconsegnano alla fotografia un’energia espressiva e una valenza estetica che non ha più a che vedere con il documento ma con l'astrazione, con le forme e i colori. L’appuntamento con la mostra di Jacopo Tomassini è a partire dalle ore 18 all’Ostello di Magliano Sabina in via Mariano Falconi 2.