dal blog di
22:56

Jumpin, viaggio nelle startup web italiane

Jumpin.it è un sito di Social Shopping 100% Made in Italy. Startup del gruppo Digital Magics, Jumpin si appoggia alla rete commerciale di Matrix, Gruppo Telecom Italia, con oltre 500 agenti in tutta Italia. Lanciato nel maggio del 2011, il suo CEO è Massimo Martini.

Jumpin, viaggio nelle startup web italiane.

Jumpin.it è un sito di Social Shopping 100% Made in Italy. Startup del gruppo Digital Magics, Jumpin si appoggia alla rete commerciale di Matrix, Gruppo Telecom Italia, con oltre 500 agenti in tutta Italia. Lanciato nel maggio del 2011, il suo CEO è Massimo Martini, già general manager e managing director di Yahoo Italia e di Kelkoo Italia.

Si può dunque semplificare, affermando che Jumpin è il Groupon di Telecom? Probabilmente no, considerando che esso dispone di una serie di novità che rendono il social shopping veramente social. Jumpin è infatti il primo ad aver creato un programma fedeltà, basato sulla gamification: aderendo al Jumpin Club e condividendo su Facebook le attività svolte su Jumpin gli utenti possono ottenere sconti aggiuntivi sulle offerte proposte.

Jumpin ha sviluppato una sofisticata piattaforma Open Source con tecnologia Java, basata su standard internazionali ampiamente adottati come il CMS Magnolia in grado di realizzare funzionalità personalizzate oltre a essere ingegnerizzata per poter scalare il progetto a livello internazionale.

I clienti rappresentano il patrimonio più prezioso, per questo abbiamo creato il Jumpin Club: il primo programma fedeltà basato sulla gamification, che premia i social shopper con sconti aggiuntivi per il loro coinvolgimento. Siamo il primo gruppo d’acquisto a introdurre i commenti alle nostre offerte in tempo reale, garantendo trasparenza e affidabilità per un’eccellente qualità del servizio.

Massimo Martini, CEO Jumpin

Banner Badges Jumpin ClubGli utenti Facebook possono iscriversi gratuitamente al Jumpin Club, creando il proprio profilo. A seconda degli acquisti effettuati e della condivisione delle attività saranno assegnati badge con punti e si saranno stilate delle classifiche. Ogni 100 punti guadagnati si avrà diritto a un Jump. Il Jump è la valuta interna di Jumpin e corrisponde a 5 euro di sconto aggiuntivo sulle offerte da utilizzare per gli acquisti successivi.

Jumpin ClubI jumpers possono sfidarsi quotidianamente per scalare la classifica, curiosare tra i profili degli altri utenti scoprendo le offerte acquistate e i badge vinti, collegarsi tramite il profilo del Club a quello di Facebook e fare amicizia. E più amici su Facebook si riusciranno a coinvolgere, più punti e badge si conquisteranno. Da qui lo slogan, con Jumpin sugli amici puoi (s)contare!

Ulteriore interessante novità rispetto ai competitor, Jumpin permette ai suoi iscritti di commentare le offerte. Un vero e proprio “spazio recensioni” sotto la descrizione di ogni singola offerta, per condividere le proprie opinioni sui servizi di Jumpin, chiedere informazioni, soddisfare dubbi e curiosità. Il tutto anche via Facebook.

Approfondimenti: viaggio nelle startup web italiane

segui fanpage

segui Claudio Gagliardini

ALTRI DI Claudio Gagliardini
Cleerk. com è la nuova tappa del mio viaggio tra le startup italiane. Questa volta andiamo a conoscere Leo Orlandini e Simone Righetti, due dei quattro fondatori del sito Cleerk. com e rispettivamente Chief Technology Officer e Direttore Finanziario dell’iniziativa.

WOMS è la nuova tappa del mio viaggio tra le startup italiane. Questa volta andiamo a conoscere Alessandro Zanet, co-fondatore, do questo progetto.

Flavia Rubino, founder di The Talking Village, racconta l'esperienza con il brand Dyson, che recentemente ha coinvolto decine di blogger in un'operazione di community building e di creazione di ambassador e pionieri del brand e dei suoi prodotti.
STORIE DEL GIORNO