È nella suggestiva cornice del Salotto La Veronica che, la sera del 5 agosto 2016, si terrà l'evento conclusivo del format di tendenza "Friday Off"; l'ultimo della serie di eventi che ha regalato ai napoletani la vera festa in spiaggia aspetta il pubblico dalle ore 20:30 nella consueta location di Via Napoli 12 che ogni settimana permette ai numerosi giovani partecipanti di staccare la spina dalla routine settimanale e di immergersi nella spensieratezza di una vera e propria festa estiva in spiaggia, grazie anche alla fondamentale selezione musicale curata dal dj Edo Baccari.

L'idea di Vittorio Bianco, Marco Manfredonia e Giovanni De Gregorio ha collezionato sempre più presenze di occasione in occasione, arrivando ad affermarsi come unico party estivo in spiaggia nel cuore del capoluogo partenopeo capace di dare vita all'estate in città; l'obiettivo degli organizzatori è ben chiaro, come afferma Vittorio Bianco «l'idea è nata l'anno scorso, vedendo il salotto di sfuggita ho immaginato di poter staccare la spina e bere un drink in riva al mare, mi sono messo in contatto con la proprietà e abbiamo iniziato questa avventura insieme. Abbiamo realizzato il desiderio di creare un posto dove i nostri amici potessero fuggire dalla monotonia cittadina» , Bianco ha poi spiegato «l'ultimo anno abbiamo raggiunto numeri importanti e con la maggior parte dei partecipanti in tenuta da spiaggia e costume siamo riusciti a centrare in pieno la mentalità della nostra idea di festa».

Il team che si occupa dell'evento si è arricchito di edizione in edizione, sono molti i giovani ragazzi e ragazze che hanno aderito al progetto perseguendo l'idea della creazione di un format innovativo e coinvolgente, tra le fila del numeroso staff quest'anno hanno collaborato in moltissimi della Napoli bene tra cui Adriano Luongo, Simone Artina, Martina di Martino, Eleonora Sordillo, Chiara Biffardi e molti altri; il gruppo responsabile dell'evento è in continua crescita e non mancano le premesse per una qualità sempre crescente dei prossimi appuntamenti.

Pierluigi Fusco