Vedere le immagini delle colline del Kurdistan Occidentale, sulle quali si legge ancora la scritta "Newroz", occupate dalle bande nere islamo-fasciste dell'ISIS fa male al cuore. Così come l'ipocrisia dell'Occidente che ha abbandonato i Curdi al proprio destino (perché non sono state bombardate per giorni le posizioni dell'ISIS quando queste erano all'esterno della città?). L'Occidente non ha capito che i Curdi stanno difendendo anche noi, stanno difendendo un'idea di civiltà, di umanità di fronte alla barbarie che avanza. Dov'è l'ONU, dov'è l'Europa e l'Italia davanti alla tragedia di Kobanê ? Il Kurdistan occidentale come la Polonia nel 1939. E le bandiere dell'ISIS come le svastiche naziste. Tutti sanno ma nessuno fa nulla. E quando ci si deciderà ad agire sarà troppo tardi.