20 marzo: inaugurazione della mostra fotografica "Henri Cartier-Bresson. Collezione Sam, Lilette e Sébastien Szafran. La Fondazione di Pierre Gianadda a Biella"

Una esposizione straordinaria di 150 stampe originali di Henri Cartier-Bresson, che si terrà a Palazzo Gromo Losa, dimora storica ubicata a Biella Piazzo, visitabile da domenica 20 marzo fino a domenica 20 maggio.

La raccolta di fotografie costituisce una testimonianza sorprendente e complessa dello straordinario universo di Cartier-Bresson, nonchè la più consistente selezione di opere dell'artista. Appartengono alla Fondazione Pierre Gianadda, a cui sono state donate da Sam Szafran, amico fraterno di Henri Cartier-Bresson.

Immagini che sono l'affettuoso scambio epistolare di due amici, talune accompagnate da simpatiche dediche, talaltre associate a profonde riflessioni. Sono un dono, che Sam Szafran ha desiderato condividere, per mostrare un Cartier-Bresson inedito.

La collezione è un fedele riflesso dell'opera di Henri Cartier-Bresson e si divide in scatti di viaggi o di incontri con artisti, quali Alberto Giacometti, Hanri Matisse, Pierre Bonnard, Edith Piaf e Pablo Picasso, solo per citarne alcuni.

Uno sguardo penetrante sul mondo, quello di Cartie-Bresson che, in età giovanile, desiderava diventare pittore. Ed è proprio in questo contesto che incontra Sam Szafran, artista a cui chiese di impartirgli lezioni di disegno.

Accostatosi alla corrente artistica dei Surrealisti francesi, solo nel 1931 scopre di nutrire un vivo interesse per la fotografia, che vede come mezzo indispensabile per cogliere, in una frazione di secondo, il significato di un evento.

Per Cartier-Bresson la fotografia è il veicolo che permette all'artista di fermare l'attimo, prima che sia perso per sempre. Gli scatti ritraggono scene di vita quotidiana e immortalano persone intente nelle loro normali attività. Nessun filtro e nessuna manipolazione.

images

Biella diventa un polo culturale, grazie alla protocollo di intesa, firmato nell'aprile del 2015, tra la Fondazione Pierre Gianadda e la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella. Grazie a questa partnership, le due Fondazioni si impegnano a collaborare per la realizzazione di mostre ed eventi comuni, anche attraverso il prestito di opere d'arte, immagini fotografiche e materiali culturali di vario genere, garantendo, inoltre, la circolazione di artisti all'interno dei rispettivi circuiti.

Una mostra da non perdere! Sono previste visite guidate durante le aperture domenicali. Prezzi e prenotazioni al sito www.fondazionecrbiella.it