dal blog di
16:33

Feligan, viaggio nelle startup italiane

Gran bel personaggio il CEO di Feligan, Igor Spinella. Bella la sua definizione di innovazione: "La vera innovazione è la ricerca che dal laboratorio si traduce in un prodotto conosciuto e acquistato dalle persone, e che migliori loro la vita". Aiutarlo a realizzare il suo sogno è un dovere, oltre che un piacere.

Feligan, viaggio nelle startup italiane.

Feligan è la nuova tappa del mio viaggio nel mondo delle startup. Questa volta sono andato a Reggio Emilia, a conoscere Igor Spinella, CEO della startup, ingegnere meccatronico, ex ricercatore universitario premiato da UE e Governo italiano come talento creativo, e ora imprenditore.

D) Ciao Igor e grazie per avermi concesso quest’intervista. Ci spieghi in poche parole come nasce Feligan?
R) Feligan nasce da un sogno. Voglio creare innovazioni capaci di cambiare e migliorare la vita quotidiana delle persone! La mia ambizione è quella di realizzare una grande azienda tecnologica, qui in Italia. Roba da pazzi, eh!

D) Direi molto ambizioso! E come si è sviluppato il progetto?
R) Tutto è iniziato quasi per caso. Ho sempre odiato cavi, fili e adattatori: sono brutti e scomodi, e inoltre non riesco mai a trovarli. Veramente snervante! Allora mi sono chiesto se fosse possibile eliminarli tutti. Ci ho ragionato, ed ho capito subito che tutti i sistemi wireless esistenti al mondo erano completamente sbagliati. Pesanti, costosi, brutti da vedere e soprattutto inquinanti. Quindi ho inventato una tecnologia wireless iper-ecologica per alimentare tutti i miei amati gadget elettronici, come telefono, tablet e computer.
E’ un mio brevetto, unico al mondo, sottile come un foglio di carta, veramente ecologico e migliore di qualsiasi concorrente. Veramente un prodotto in grado di cambiare il mondo!
Visto che però le ricerche sul wireless sono costosissime, e che in Italia se aspetti di trovar fondi diventi vecchio, ho deciso di autofinanziarmi con un nuovo prodotto che da poco tempo ho già iniziato a commercializzare. Si chiama PowerBrick.

D) Cos è PowerBrick?
R) E’ il classico “uovo di colombo”. Un caricabatterie universale, ma molto più completo e utile. PowerBrick è in grado di ricaricare e alimentare qualsiasi dispositivo elettronico ed elettrico. Tablet, smartphone, computer, mp3, navigatori, Nintendo, Playstation e molto altro ancora! PowerBrick elimina ciabatte, adattatori Schuko, caricabatterie e grovigli di cavi. E’ veramente utilissimo! E’ il primo prodotto che ho completamente industrializzato e messo in vendita.
Oltre ad essere estremamente apprezzato, per la mia startup PowerBrick è fondamentale. Serve per farci conoscere, per affinare le nostre capacità industriali e soprattutto per finanziarci le attività di ricerca più estreme. Senza PowerBrick, Feligan non potrebbe sostenere la sua attività di ricerca tecnologica.

D) Quant’è difficile mettere in piedi una startup in Italia?
R) Vuoi la verità? E’ veramente difficile. L’Italia non aiuta. I fondi per l’innovazione sono esigui ed erogati con colpevoli e incredibili ritardi. Faccio un esempio. Abbiamo vinto un premio per l’innovazione che è stato erogato con quasi 2 anni di ritardo e in misura molto inferiore a quanto promesso inizialmente. E stiamo ancora aspettando risposte per domande presentate oltre un anno fa! Ti scontri contro tanta burocrazia e costi davvero ingenti.
Pensa che drammatica differenza rispetto al modello americano. Tanto per fare un esempio noto a tutti, Instagram non ha ancora generato 1 dollaro di fatturato, eppure è già stata finanziata prima con mezzo milione di dollari di capitale di rischio, e poi acquisita per 1 miliardo di dollari da Mr. Facebook.
In Italia, fin dal primo giorno sei obbligato a fare del fatturato, togliendo tempo e risorse alle attività più innovative. E’ veramente dura!

D) Ci sarà qualcosa di buono? Un messaggio positivo…
R) Sì, c’è qualcosa di estremamente positivo ed è il motivo per cui lavoriamo giorno e notte, instancabilmente e con una passione che poche aziende hanno. Sono i nostri clienti, i pochi che ci hanno già scelto, ed i giornalisti e blogger che si sono appassionati ai nostri sogni. E’ veramente stupendo avere questi pochi pionieri che già hanno intuito cosa vogliamo realizzare, che credono in noi e che si entusiasmano per quello che stiamo costruendo. Questo ci da la grinta e la carica di andare avanti!
E poi pensa quando saremo un’azienda di successo, nota in tutto il mondo! Riuscire negli Stati Uniti è troppo facile, noi vogliamo vincere una sfida ancora più grande: vogliamo farcela qui!

D) Quali sono gli obiettivi futuri di Feligan?
R) Diventare una grande azienda internazionale e far crescere l’Italia e l’Europa, ovviamente! Tutti continuano a dire che l’Italia non è il paese adatto a noi, che per aver successo dobbiamo andare oltreoceano. Sarà pure presuntuoso e un po’ pazzo, ma noi vogliamo far qualcosa di grande qui in Italia! Vogliamo trasformare PowerBrick in un successo mondiale, lanciare nuovi modelli (già pronti nel cassetto), e finanziarci le ricerche più spinte.
Innanzitutto vogliamo industrializzare il caricabatterie wireless. Pensa che bella una scrivania senza fili! Arrivi in ufficio, appoggi il tuo computer ed il telefono sulla scrivania, e…magia! Tutto si ricarica! E poi abbiamo in cantiere un alimentatore iper-ecologico, piccolissimo, rivoluzionario. Se riusciamo a svilupparlo, il mondo potrebbe risparmiare 12 milioni di tonnellate di CO2 ogni anno!!!
Una volta lanciate queste idee, ne abbiamo altre! Smartphone, tablet, computer e sistemi operativi molto diversi da quelli attuali. Tutti nel mondo vorranno avere un nostro prodotto in tasca o sulla scrivania!

D) Che entusiasmo! Cosa significa per te fare innovazione?
R) Scovare un bisogno che la gente non sa di avere, trovare un modo di soddisfarlo e infine fare in modo che questa soluzione si concretizzi, altrimenti il bisogno rimane insoddisfatto.
La vera innovazione è la ricerca che dal laboratorio si traduce in un prodotto conosciuto e acquistato dalle persone, e che migliori loro la vita.

D) E cosa vi manca per farcela?
R) Solo una cosa. Le risorse economiche per farci conoscere e per realizzare i nostri sogni. Visto che pubblicità non me ne posso permettere, approfitto della tua gentilezza per farmi un po’ di pubblicità, posso?!

D) Vai pure!
R) Allora comprate PowerBrick e fatelo conoscere agli amici. Oltre a dotarvi di un gran bel prodotto, ci aiuterete a realizzare, qui in Italia, una grande azienda tecnologica, che farà prodotti sempre più rivoluzionari e che cambierà la vita di tutte le persone del mondo!

Grazie Igor e in bocca al lupo con Feligan!

segui fanpage

segui Claudio Gagliardini

ALTRI DI Claudio Gagliardini
Insurvisor è la nuova tappa del mio viaggio tra le startup italiane. Questa volta andiamo a conoscere Andrea Viganotti, imprenditore, broker assicurativo e ideatore del progetto.

il mondo delle startup, con Superpartes Innovation Campus, incontra 1000Miglia e il settore dell’automotive per correre in partnership verso importanti traguardi nel campo dell’innovazione automobilistica.

Presentato a Milano da Fastweb il programma di crowdfunding Fast Up, realizzato in collaborazione con la piattaforma italiana Eppela, che aiuterà ad emergere le idee imprenditoriali innovative che presentano vere potenzialità di mercato.
STORIE DEL GIORNO